Serie B: derby toscano pari e ancora guai per Empoli e Livorno

Serie B: derby toscano pari e ancora guai per Empoli e Livorno

Un derby toscano tra paure e incognite di classifica che chiude il 2019. Nel primo tempo Empoli e Livorno mollano gli ormeggi e si colpiscono nel giro di pochi minuti con Mancuso che risponde a Marras. La ripresa, invece, regala poco spettacolo e le due squadre non trovano tre punti che sarebbero stati vitali per entrambe.

di Emanuele Landi, @lelelandi33

Il derby delle paure. Empoli-Livorno tornano ad affrontarsi dopo 6 anni e la sfida rappresenta un delicatissimo crocevia per la salvezza. Il derby toscano si ripresenta dopo l’ultimo precedente nei playoff di Serie B dove ad avere la meglio furono gli amaranto. In questa stagione gli azzurri dovevano lottare per risalire nella massima serie dopo la retrocessione thrilling della passata stagione. In questo momento, però, gli uomini di Muzzi subentrato a Bucchi si trovano a una sola lunghezza dalla zona rossa. Provare a puntare sul fattore casalingo è la speranza dell’Empoli, reduce dal clamoroso torto arbitrale di Cosenza, che di contro affronta un’altra squadra in piena crisi. Il Livorno, di fatti, è fanalino di coda del campionato cadetto ed è reduce da 4 ko consecutivi che hanno minato le certezze del neo allenatore Tramezzani. Derby nelle zone basse che chiude il girone d’andata e l’anno solare della Serie B.

Ultima spiaggia e ultima dell’anno per Empoli e Livorno che si presentano con alcune scelte sorprendenti. 4-3-1-2 per Muzzi con La Gumina e Mancuso tandem d’attacco e col recupero del capitano Maietta in difesa. Inedito 4-3-3 più offensivo per il Livorno con Marsura ritrovato in avanti oltre a Marras e Braken. Fischia Sozza e all’inizio sono gli ospiti ad essere più aggressivi già nei primi minuti con tentativo non riuscito di rovesciata da parte di Braken. L’Empoli vuole vincere un’altra gara tutta toscana dopo quella d’inizio stagione col Pisa. Il Livorno, però, fa la partita e dopo un perfetto contropiede trova un rigore con Marsura chiuso a sandwich tra Maietta e Brignoli in uscita. Dal dischetto Marras fa 5 in campionato spiazzando l’estremo difensore dei padroni di casa con un sinistro che bacia il palo e porta avanti gli ospiti meritatamente al Castellani.

All’improvviso l’Empoli s’accende: al 23′ Ricci lotta sulla trequarti e calcia verso la porta. La deviazione diventa golosa per Mancuso che si avventa sul pallone battendo l’incolpevole Plizzari e siglando il gol numero 6 in Serie B. Si stappa la squadra di casa dai timori e La Gumina va vicino alla rete del raddoppio in velocità. Neanche 60 secondi e l’attaccante ha un’altra chance clamorosa su assist di Balkovec ma non trova la porta dall’interno dell’area piccola. Al 32′ tentativo di marca amaranto con un tiro nel set di Rocca dal limite dell’area deviato in angolo con un prodigio di Brignoli. L’ultima occasione del primo tempo arriva poco prima dell’unico minuto di recupero, con La Gumina che si gira in un fazzoletto, all’altezza del dischetto, dopo sponda di Romagnoli ma non inquadra la porta. Primo tempo divertente con le squadre senza la paura che la classifica incuterebbe.

La ripresa e i toni restano alti. Al 50′ su punizione di Balkovec arriva un pericolo per i labronici salvati da Plizzari su colpo di testa di Mancuso. Gli ospiti restano anch’essi sul pezzo e la conclusione 5 minuti dopo di Agazzi testa i riflessi dalla distanza dell’attento Brignoli. Giro di cambi da una parte e dall’altra a metà ripresa ed è proprio Raicevic a trovare la porta anche se posizione difficile dopo pochi istanti dal suo ingresso ma nessun problema per Brignoli. Secondo tempo meno scintillante del primo e le occasioni latitano. Ansia e poca lucidità cominciano ad affiorare nelle due squadre come in Braken che al 77′ dal limite dell’area non riesce nemmeno a trovare la porta.

La migliore occasione, però, è per l’Empoli: grande azione chiusa dal cross di Bandinelli e la battuta al volo di Pirrello al 79′ che col destro stava per inidrizzare la gara ma ha dovuto fare i conti con un ottimo riflesso del portiere scuola Milan. Balkovec ha sul suo sinistro la palla della possibile vittoria ma la conclusione da punizione dal limite non oltrepassa la barriera. Grossa occasione sprecata da Dezi nel finale. Non bastano nemmeno i 4 minuti aggiuntivi per trovare una vincitrice di questo derby toscano, chiuso tra i fischi del Castellani, che continua a dichiarare lo stato d’allerta per entrambe in questa serie B. L’Empoli col pareggio stacca di un punto dal Venezia che al momento sarebbe in zona playout. Boccata d’ossigeno per il Livorno dopo 4 sconfitte di fila ma l’ultimo posto in classifica necessita ancora di un miracolo con 9 punti dalla Cremonese quartultima.

Empoli (4-3-1-2): Brignoli; Pirrello, Romagnoli, Maietta, Balkovec; Frattesi, Ricci, Fantacci (61′ Bandinelli); Bajrami (61′ Dezi); Mancuso, La Gumina. All. Muzzi

Livorno (4-3-3): Plizzari; Del Prato, Boben, Di Gennaro, Porcino; Agazzi, Luci (75′ Viviani), Rocca; Marrasi, Braken (88′ Pallecchi) , Marsura (65′ Raicevic) . All. Tramezzani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy