La moda delle Wags? C’è il derby e la vera Milano ricorda Lady Renata e la Mitica Rina

La moda delle Wags? C’è il derby e la vera Milano ricorda Lady Renata e la Mitica Rina

Quando si pensa alla parte rosa del calcio, oggi, la mente corre alle wags. Tuttavia, anche in passato ci sono state donne che hanno lasciato la loro impronta nella storia di Milan e Inter e, tra queste, ricordiamo Rina Barbara Ercoli e Renata Fraizzoli.

di Valentina Alduini
fraizzoli - ercoli - derby

Nel calcio, soprattutto ai tempi d’oggi, si sente spesso parlare del ruolo delle donne come compagne dei protagonisti in campo. Ormai, le Signore che sposano o comunque vivono accanto ad un calciatore hanno assunto il nominativo di “wags“. Quasi uno status, un’etichetta che mette subito in chiaro un ruolo importante. D’altra parte si dice che a fianco di un grande uomo… C’è una grande donna! E allora eccolo l’esercito di wags, pronte a dar manforte ai rispettivi compagni e a sostenerli. Tuttavia, in occasione del derby Milan-Inter, abbiamo scelto di parlare di due grandi signore del passato… Che non sono state wags. Di chi si tratta? Di Renata Fraizzoli e Rina Barbara Ercoli.

Renata Fraizzoli è uno dei volti femminili storici di casa Inter. Moglie di uno dei grandi presidenti nerazzurri, Ivanoe Fraizzoli, la Lady interista ha accolto enormi consensi nel mondo nerazzurro e non solo. Elegante e competente, è stata a fianco di suo marito, che è stato presidente dell’Inter dal 1968  al 1984, e lo ha supportato. Innamorata di un uomo simbolo e simbolo ella stessa della Milano nerazzurra, è scomparsa a 92 anni a causa di una caduta in casa. L’Inter, per la Signora Fraizzoli era davvero molto importante, tanto che all’età di 85 anni seguì la seguì persino nella trasferta madrilena nell’anno del triplete. Il suo ruolo e la sua figura, restano e resteranno per sempre nel cuore dei tifosi nerazzurri che non possono far altro che ricordarla come una donna esemplare.

E, spostandoci in casa Milan, ecco che una menzione la merita certamente Rina Barbara Ercoli. Nel club rossonero, ha ricoperto il ruolo di segretaria generale e, in quella che per lei poteva definirsi una sorta di seconda casa, ha vissuto ben 42 anni lavorativi. Scomparsa all’età di 60 anni dopo aver lottato contro una malattia, Rina ha dato tutta se stessa per il Milan. Ha amato tanto ed è stata amata da tutta la piazza che, naturalmente, non può fare a meno di tenere vivo il suo ricordo. Ha visto il club vincere ben 9 scudetti, coppe europee e non. Insomma, è stata uno dei membri della grande famiglia rossonera che ha lasciato il segno. Difficile strapparle il nome di qualche calciatore preferito, sempre equilibrata e professionale, anche lei è stata un grande esempio.

Dunque, due grandi donne che hanno avuto modo e sono state capaci di scrivere un pezzo di storia tutto in rosa in casa Inter e in casa Milan. Renata e Rina non sono state due wags bensì due “ladies” della Milano calcistica. Due donne che hanno imparato tanto sul calcio e al quale hanno dato moltissimo. Indimenticabili e garbate nei modi, hanno saputo affermarsi sulla scena calcistica ma, prima di ciò, hanno saputo entrare nei cuori delle tifoserie e degli addetti ai lavori. E questo, non è un compito facile. E’ un’impresa ardua, che implica lavoro e dedizione, tutto ciò che loro hanno saputo avere. Perciò, in vista del derby, abbiamo scelto di rendere omaggio a queste due splendide donne che, forse inconsapevolmente, hanno lasciato un enorme e cruciale segno nel percorso di Milan ed Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy