I derby di De Laurentiis con Raiola per Lozano e con il Real Madrid per James

I derby di De Laurentiis con Raiola per Lozano e con il Real Madrid per James

Il presidente partenopeo sta trattando con il procuratore dell’attaccante del Psv per i diritti d’immagine e le commissioni da pagare e con i Blancos per avere il colombiano.

di Redazione DDD

di Elena Rossin –

Per lottare per lo scudetto dando battaglia alla Juventus ed affrontare la Champions mirando ad arrivare il più avanti possibile e perché no in finale Ancelotti ha individuato in Lozano e in James Rodriguez i due attaccanti che servono al suo Napoli per centrare gli obiettivi. Il presidente Aurelio De Laurentiis sta cercando di accontentare il suo allenatore e per strappare Lozano agli olandesi del Psv è disposto a pagare la clausola rescissoria di 42 milioni dei quali quasi il 20% andrà al Paschuca, l’ex squadra dell’attaccante messicano. Il patron del Napoli ha anche già trovato l’accordo con Mino Raiola, agente del giocatore, per il contratto che sarà della durata di cinque anni e per l’ingaggio che ammonterà a quattro mln a stagione. Stando così la situazione sembrerebbe tutto fatto, ma non è proprio così perché il vero nodo da sciogliere sono i diritti d’immagine di “El Chucky” e le commissioni da corrispondere a Raiola. Ed è proprio su questo che si sta combattendo il derby finale tra De Laurentiis e Raiola. I diritti d’immagine (o per meglio dire l’affidamento della licenza esclusiva ad utilizzare l’immagine poiché il diritto all’immagine è un diritto della personalità e in quanto tale non cedibile) di Lozano comprendono un accordo quasi decennale, con scadenza nel 2028, con la Nike ed è, invece, prassi del Napoli la gestione del 100% dei diritti d’immagine dei propri calciatori che portano al club gli eventuali ricavi. Oltre a questo, ça va sans dire, De Laurentiis deve accordarsi con Mino Raiola sulle commissioni che deve dargli per i servizi resi. Su entrambi i fronti l’intesa sembra vicina con solo più qualche dettaglio da limare e, infatti, si parla di visite mediche per il giocatore a metà settimana. Visite mediche che non dovrebbero evidenziare problemi a seguito dell’infortunio al piede occorso a Lozano l’undici agosto durante la partita con il Den Haag che lo ha costretto ad uscire dal campo al minuto 50 dopo un duro colpo subito da van Bakker.

Se per Lozano è quasi fatta non si può dire altrettanto per James Rodriguez. Il Real Madrid non sembra intenzionato a cederlo, ma è da vedere se i rapporti tra il colombiano e l’allenatore Zidane sono effettivamente migliorati oppure il fatto che il giocatore due giorni fa sia stato convocato, cosa che non era accaduta per i due precedenti match con il Salisburgo e la Roma, e portato in panchina per la partita con il Celta Vigo, senza però farlo giocare neppure un minuto, sia solo dipeso dall’infortunio di Hazard. Zidane due estati fa aveva chiesto la cessione del giocatore che era finito in prestito al Bayern Monaco e adesso al rientro dalle vacanze dopo la Copa America non era stato appunto convocato prima dell’infortunio di Hazard, lesione al retto anteriore della coscia sinistra. Il presidente del Real Madrid Florentino Perez , a differenza del suo allenatore, vorrebbe che James Rodriguez rimanesse e neppure il fatto di liberarsi del suo ingaggio di 6,5 milioni sembra fargli cambiare idea. De Laurentiis, quindi, deve ingaggiare anche con Perez un derby per accontentare Ancelotti, ma finora il prestito oneroso a 4-5 milioni con diritto di riscatto a 30-35 non ha solleticato il Real. Jorge Mendes, che cura gli interessi del giocatore, sembra  convinto che nell’ultima settimana di mercato ci possano essere degli sviluppi. Manca, quindi, poco per sapere chi tra Aurelio de Laurentiis e Florentino Perez vincerà i derby su James Rodriguez.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy