Sarri e Insigne di nuovo contro a Torino: stavolta Lorenzo non deve “stare zitto”

Sarri e Insigne di nuovo contro a Torino: stavolta Lorenzo non deve “stare zitto”

Il tecnico e lo scugnizzo avevano battibecchato fra loro nel Juve-Napoli 2-1 dell’ottobre 2016: alla seconda di Campionato saranno avversari veri e propri

di Redazione Derby Derby Derby

di Valentina Alduini –

Prima o poi, il momento dell’incontro ravvicinato tra Maurizio Sarri e il Napoli… Doveva arrivare. E, adesso, sappiamo anche quando, per la prima volta, il tecnico bianconero incontrerà Insigne e compagni. Già, perchè ora che il calendario di Serie A è fatto, ecco che possiamo conoscere la data del big match tra Juventus e Napoli. Nella seconda giornata della massima serie, ecco che Sarri incontrerà il suo passato e Lorenzo Insigne che, sul trasferimento alla Vecchia Signora del suo ex allenatore, aveva speso parole non proprio al miele.

C’è anche un precedente abbastanza clamoroso: nell’ottobre 2016, dopo il pareggio di Callejon e con Juventus-Napoli sull’1-1 prima del gol decisivo del Core ingrato Higuain. In quella circostanza Sarri strigliò Insigne che si era lamentato per la sostituzione: “Insigne quando esce deve stare zitto e basta: se c’è qualcosa da dirsi, si chiarisce domani. Erano tre azioni consecutive che si fermava e respirava, quindi vuol dire che non ne aveva più ed è entrato Giaccherini”

Strano ma vero, il fato ha voluto che Maurizio Sarri e Lorenzo Insigne si trovassero contro sin dalle prime battute del campionato. Sarà curioso vedere la Juventus, alla quale il tecnico sta pian piano dando la sua impronta, contro il Napoli guidato dal talento di Frattamaggiore. Sarà, probabilmente, particolare anche per loro due trovarsi l’uno contro l’altro, dopo anni passati a darsi molto e cercare insieme di raggiungere un obiettivo: superare i bianconeri.

Qualche settimana fa, a proposito dell’approdo di Sarri sulla panchina bianconera, proprio Insigne aveva espresso il suo pensiero. A tal proposito Lorenzo aveva rivelato che la scelta del neo tecnico juventino, per i napoletani, sarebbe un tradimento. Non solo. Ora, a detta sua, l’importante sarebbe batterlo. Dunque, parole non proprio dolci, come detto in apertura.

Dichiarazioni a parte, presto assisteremo alla resa dei conti sul campo. Di certo, Juventus-Napoli sarà un big match, capace di esaltare giocatori e tifosi. E chissà che, tra i protagonisti, non possa esserci anche Mauro Icardi. Si, perchè l’argentino viene spesso accostato ai bianconeri e ai partenopei in ottica mercato. Stando agli ultimi rumors, la pista Napoli parrebbe un po’ più calda. Al momento, l’ombra di Maurito resta come sfondo su questa partita anche se, a ridosso di essa, la situazione potrebbe non essere più quella attuale.

Magari Icardi potrebbe approdare al Napoli e collaborare con Insigne e compagni per raggiungere l’obiettivo di battere la Juventus. Oppure, potrebbe avvenire l’opposto, con l’ex capitano dell’Inter in bianconero alla ricerca di qualcosa di importante con Sarri e i suoi. Per adesso, sia bianconeri che napoletani proseguono la loro preparazione ma, va da se, che si puntino gli occhi addosso a vicenda. Gradualmente, salirà la febbre per questo grande scontro: la spunterà la Juventus o il Napoli? Il quesito è aperto e, sia Sarri che Insigne, sembrano avere una fame da lupi in fatto di vittorie. Riuscirà l’attaccante, insieme ai suoi compagni, a beffare la Vecchia Signora guidata dall’ex tecnico partenopeo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy