DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

Juventus-Torino: 1-1, De Ligt e Bremer protagonisti

La Juve fa il Toro ma il derby è pari: sui social “l’anticalcio” di Allegri

TURIN, ITALY - FEBRUARY 18: head coach of Juventus Massimiliano Allegri looks on prior to the Serie A match between Juventus and Torino FC at Allianz Stadium on February 18, 2022 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Il derby della Mole è stata una partita intensa. Una Juve in emergenza, avanti con De Ligt viene ripresa da un ottimo Toro di capitan Belotti. Allegri criticato per il gioco, A. Sandro e il cambio di Vlahovic...

Emanuele Landi

"Vincere non è importante, è l'unica cosa che conta". Il mantra di Giampiero Boniperti vale ancora nella storia attuale ma per la Juve non basta per battere il Torino nel derby. La squadra di Allegri fa il "Toro" nel corso della partita (si difende, combatte ma non gioca un calcio spumeggiante) ma non riesce ad avere la meglio degli avversari. Una frase ricorrente su Twitter: "Allegri rovina tutti gli attaccanti". Sintesi di una prova non indimenticabile di Vlahovic.

Con un ottimo atteggiamento, la squadra di Juric, punita dopo pochi minuti dallo stacco sontuoso di De Ligt (mvp del match assieme a Bremer), trova il pari nella ripresa con la girata di Belotti. Non benissimo Vlahovic, tenuto a bada da un super Bremer (che non pensa ai rivali), e Dybala (avulso dal gioco) uscito per infortunio ma alla Juve va bene così. La corsa bianconera al titolo (già proibitiva) è definitivamente saltata e l'obiettivo resta il quarto posto. Toro che ambisce a un finale di stagione tranquillo.

 TURIN, ITALY - FEBRUARY 18: (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Belotti riesce a rimettere in piedi il derby.  Il "Gallo" con una girata spettacolare fulmina Szczesny su assist di Brekalo e riesce a siglare il quarto gol ai rivali della Juve. Belotti si prende la rivincita dopo la rete annullata contro il Venezia. Molti tifosi sui social se la prendono con il calcio di Allegri e con la mossa di schierare Alex Sandro centrale (scelta obbligata dopo il forfait nel riscaldamento di Rugani).

Il Torino nel finale gestisce senza grossi affanni e, anzi, non disdegna l'idea della vittoria. L'ingresso di Kean non cambia l'inerzia. Locatelli e Vlahovic, sostituiti, forse, anche in ottica Champions League. Il Torino torna a pareggiare in casa della Juve, dopo tre anni e dopo le ultime beffe nei finali di partita. Juric promosso, Allegri (oggi) rimandato.

tutte le notizie di