DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

La crisi blocca la costruzione dello stadio

Guangzhou, lo stadio che doveva diventare il più grande al mondo è rimasto a metà

Guangzhou, lo stadio che doveva diventare il più grande al mondo è rimasto a metà

Dopo il grande progetto arriva una pesante crisi immobiliare, e cosi lo stadio che doveva superare perfino Wembley resterà solo una mera idea

Marco Varini

Un grande progetto, da far invidia al popolo inglese, ma rimasto tristemente a metà. E’ la storia del nuovo stadio dello Guangzhou Evergrande, squadra della Super League cinese, oggi conosciuta come Guangzhou FC. Un progetto che doveva portare alla squadra cinese uno stadio enorme, addirittura più grande del londinese Wembley. Una struttura a forma di Loto da ben 100.000 posti, che sarebbero valsi il titolo di stadio (di calcio) più grande al mondo.

 Nel condominio adiacente allo stadio Jinzhou di Dalian, i residenti locali hanno guardato Shenzhen FC-Guangzhou R&F 3-0 con il binocolo. Sono i primi spettatori della Super League Cinese in cui le partite si svolgono a porte chiuse.

Un’idea brillante per il club cinese, ma successivamente la situazione finanziaria del gruppo Evergrande è precipitata nei debiti. In Cina è scoppiata infatti una fortissima crisi immobiliare, con debiti stimati in circa 90 miliardi di euro, e la stessa Evergrande ne ha sofferto. Da qui il blocco ai lavori, e cosi il nuovo “Lotus Flower Stadium” (questa la futura denominazione)  è rimasto a metà.

tutte le notizie di