Ma perché all’Everton? Colombia, Faustino Asprilla critica duramente la scelta di James Rodríguez

Ma perché all’Everton? Colombia, Faustino Asprilla critica duramente la scelta di James Rodríguez

Tino ha dichiarato di non capire le decisioni del capocannoniere del Mondiale 2014

di Davide Capano, @davide_capano

Faustino Asprilla ha criticato il connazionale James Rodríguez per il suo imminente trasferimento all’Everton, ritenuto “un club che non va oltre il centro classifica”. “Quelle decisioni di James… Non voleva restare al Bayern (per la stagione 19/20) perché in Germania faceva molto freddo; è tornato al Real Madrid a scaldare la panchina e ora è finito all’Everton. Penso faccia più freddo a Liverpool che a Monaco di Baviera; davvero non lo capisco”, ha dichiarato Tino all’emittente Blu Radio.

Lo storico ex nazionale della Colombia ha così fatto riferimento ad alcune dichiarazioni di James in cui afferma di aver deciso di non continuare nella squadra bavarese perché “nonostante ricevesse un trattamento spettacolare dalla società, i tedeschi sono persone molto fredde”. “Vivere lì non è facile – le altre parole del capocannoniere del Mondiale 2014 –, è dura perché fa freddo con -20 gradi, per me è stato molto duro. C’erano giorni in cui andavo a lavorare alle 9, avviavo la macchina e guardavo la temperatura: -28 gradi. Mi sono chiesto: ‘Cosa ci faccio qui con questo freddo?’”.

In questo senso Asprilla, in passato giocatore anche di Parma, Newcastle e Palmeiras, ha aggiunto: “Non capisco James, fa tutto il contrario”. Intanto, secondo quanto riportato dai media colombiani in questa settimana, l’Everton di Ancelotti ha acquisito i diritti sportivi di James, firmando un contratto triennale per giocare con i Toffees anche se il suo arrivo non è stato ancora ufficializzato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy