DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

LA IC COPPIA A SANREMO

IL DERBY DELLA SETTIMANA – Ibrahimovic a Sanremo infiamma l’ambiente calcistico

SANREMO, ITALY - MARCH 04:  Siniša Mihajlović and Zlatan Ibrahimović are seen on stage during the 71th Sanremo Music Festival 2021 at Teatro Ariston on March 04, 2021 in Sanremo, Italy. (Photo by Jacopo M. Raule/Getty Images)

Il mondo del calcio soprattutto quello vicino all’ambiente Milan, si divide: tra pro e contro Zlatan Ibrahimovic continua a dare spettacolo al Festival di Sanremo

Consuelo Motta

La partecipazione di Zlatan Ibrahimovic alla 71esima edizione del Festival di Sanremo ha suscitato scalpore anche tra gli addetti ai lavori. Non si dividono solo i tifosi, ma anche personaggi del calibro di Fabio Capello e Arrigo Sacchi che hanno voluto dire la loro.

Dalla sconfitta nel derby contro i cugini dell’Inter, il Milan ha arrancato, e per questo buona parte dei tifosi ha storto il muso e affidato pensieri contrastanti ai social davanti alla prospettiva di Ibra ospite fisso al Festival di Sanremo.

Ma non sono solo i tifosi a dire la loro. Come riporta la Gazzetta dello Sport, Fabio Capello crede che la società avrebbe dovuto impedire all’attaccante svedese di partecipare, mentre Arrigo Sacchi crede che Ibra stesso avrebbe mandato un messaggio importante rinunciandovi. Stesso pensiero per l’ex presidente del Milan, Silvio Berlusconi: “Forse aveva bisogno di riposare, altrimenti non capisco come possa fare una cosa del genere”.

 I derby della settimana nella rubrica di Consuelo Motta

Ibrahimovic si è assentato durante la seconda puntata del Festival per seguire la squadra impegnata nella gara infrasettimanale contro l’Udinese. Si è presentato in collegamento intorno alla mezzanotte per rimarcare la sua presenza, e per chiedere un doveroso tributo al ricordo di Davide Astori, morto tre anni fa. L’applauso si è comunque alzato da un Ariston deserto, grazie all’orchestra e agli addetti ai lavori, a Fiorello ed Amadeus che hanno accolto di buon grado la richiesta del calciatore.

La realtà, che hanno rimarcato anche molti tifosi illustri come Ringo, è che Ibrahimovic per il Milan è esattamente come Cristiano Ronaldo per la Juventus: il loro apporto professionale è indiscutibile, e le scappatelle sono spesso perdonate. Finché l’apporto alla squadra rimane fondamentale, è chiaro.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso