6271

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli – Il prossimo 20 febbraio si ritroveranno di fronte a Madrid. Lo stesso accadrà a Torino il 12 marzo. Ma non sarà un ottavo di finale di Champions League ad inventare la rivalità fra Godin e Cristiano Ronaldo. Loro due vengono da lontano. L’uruguagio anima dell’armata rivoluzionaria di Simeone. Il portoghese simbolo felpato dell’ineluttabilità blanca. Lotta e governo, Godin e CR7. Per loro due, l’apice della rivalità è datato 22 agosto 2014, quando il Real Madrid di Cristiano Ronaldo e l’Atletico di Diego Godin si giocavano il ritorno della finale di Supercoppa di Spagna, vinta poi dai Colchoneros. Al 93′ minuto il neo juventino sferrò un paio di colpi al futuro nerazzurro sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il difensore uruguaiano cadde a terra ma l’arbitro non vide nulla. Le polemiche sarebbero poi proseguite per giorni. Il 20 febbraio e il 12 marzo penseranno che nei mesi successivi toccherà ancora a loro, a Godin e a Ronaldo. Non in Real-Atletico, ma in Juve-Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy