calcio italiano

As Roma 01/05/2016 – campionato di calcio serie A / Lazio-Inter / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

di Valentina Alduini – Venerdì 17 maggio è arrivato il primo, grande botto riguardante le panchine di Serie A: Massimiliano Allegri, dalla prossima stagione, non sarà più alla guida della Juventus. Dopo una serie di annate strepitose,...

Valentina Alduini

di Valentina Alduini -

Venerdì 17 maggio è arrivato il primo, grande botto riguardante le panchine di Serie A: Massimiliano Allegri, dalla prossima stagione, non sarà più alla guida della Juventus. Dopo una serie di annate strepitose, con l'unico (forse) rammarico di non essere riuscito a conquistare la Champions League, il livornese lascia Torino. Chiaramente, non appena si è diffusa la notizia, è scattato il toto successore. I nomi in circolazione sono tanti e, tra questi, figurerebbero quelli di Simone Inzaghi e Sinisa Mihajlovic, ex compagni di squadra alla Lazio con la quale hanno avuto modo di vincere anche uno scudetto nella stagione 1999-2000.

Dunque, per la guida della Juventus, si potrebbe profilare un derby tra Simone e Sinisa. Strano il destino, se si pensa che Mihajlovic si è già trovato ad avere a che fare con la famiglia Inzaghi in fatto di panchine. Infatti, ripercorrendo la carriera da tecnico del serbo, balza subito all'occhio la sua esperienza al Milan. Era il giugno del 2015 quando l'ex giocatore biancoceleste approdò a Milano e, in quell'occasione, giunse in sostituzione dell'esonerato Filippo Inzaghi.

Ironia della sorte, quest'anno Mihajlovic ha nuovamente preso il posto di Pippo, questa volta alla del Bologna. Arrivato a fine gennaio, il tecnico è riuscito a far bene con i felsinei, che aveva già avuto modo di guidare una circa decina di anni fa, ottenendo la salvezza e di conseguenza la permanenza nella massima serie.

Per quanto riguarda Simone Inzaghi, invece, siede sulla panchina della prima squadra (precedentemente guidò la Primavera) della Lazio dall'aprile del 2016, periodo in cui subentrò all'esonerato Pioli. Con i biancocelesti, il piacentino ha avuto modo di vincere una Supercoppa Italiana nel 2017 e la Coppa Italia nella stagione che sta per concludersi. Proprio quest'ultima annata, non sembrerebbe essere stata così esaltante per il club capitolino, uscito anzitempo dall'Europa League e che non è riuscito ad agguantare un posto utile per partecipare alla prossima stagione delle coppe europee.

Dunque, tra gli Inzaghi e Mihajlovic parrebbe esserci una sorta di conto aperto in fatto di panchine. Tuttavia, la questione legata al successore di Allegri, pare assai intricata e tutto sembra poter accadere. Sia Simone Inzaghi che Sinisa Mihajlovic potrebbero infatti avere le carte in regola per affrontare quella che sarebbe certamente una nuova e allettante prova, sia professionalmente che umanamente. Per la cronaca, va detto che circolerebbero anche i nomi di altri allenatori quali ad esempio quello di Sarri e di Guardiola, per citarne un paio.

Nella lunga estate che ci attende, conosceremo certamente colui che erediterà il posto di Allegri. Sostituire il tecnico toscano, rappresenterà di certo una bella e stuzzicante sfida per il suo successore, che avrà modo di interfacciarsi con la vincente e leggendaria realtà bianconera. Sarà uno tra Simone Inzaghi e Sinisa Mihajlovic a spuntarla? Il derby tra i due e, naturalmente, tra gli altri pretendenti è iniziato. E chissà che questa volta non sia il più giovane degli Inzaghi a battere sul tempo l'ex compagno Mihajlovic, mettendo a segno una specie di "riscatto" per conto del fratello Filippo.

 

 

tutte le notizie di

Potresti esserti perso