Costantinopoli: dal derby delle Kappa al derby della pistola

Paok Salonicco vs Aek Atene: che brividi!

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli –

Che l’ultimo match di campionato, poi sospeso, fra Paok Salonicco e Aek Atene potesse finire con in campo il presidente del PAOK con la pistola, non tutti…l’avevano messo in preventivo. Molti hanno letto nel gesto di Savvidis e di tutti i tifosi della squadra ospite che sono scesi in campo e hanno fatto sospendere il match, una intollerabile concessione di spazi sportivi alla malavita.Forse però i motivi non mancano perchè anche un presidente di club spalleggiato dalle guardie del corpo possa perdere il lume. Ebbene sì, AEK e PAOK la sfida non è  stracittadina ma ugualmente uno dei derby più sentiti di tutta la Grecia.

Spiega bene Francesco Cavallini (ilposticipo.it): “Il derby nasce dalla lettera finale che hanno in comune, Paok e Aek.  Proprio così, K sta per Costantinopoli, la capitale spirituale del mondo ellenico. A far nascere i club sono stati in tutti e due i casi degli esuli greci dalla Turchia, rimandati nell’Ellade dopo i trattati di pace tra la Grecia ed il governo di Ataturk. Sia ad Atene che a Salonicco, dunque, tornava a sventolare l’aquila bicefala, simbolo della casa reale dei Paleologi (ultimi imperatori d’Oriente) presente su entrambi gli stemmi, seppur con colori differenti. All’inizio dunque comunione di intenti, poi reazioni contrastanti. Molti, soprattutto nei primi anni di incroci tra i due club, vedevano nella squadra opposta un gruppo di “fratelli” costretti ad abbandonare Costantinopoli, altri hanno da subito rivendicato solo a se stessi l’eredità sportiva delle squadre di greci che già a partire dall’inizio del Novecento si erano organizzati nella capitale dell’Impero Ottomano. Una rivalità a due facce, esattamente come le due teste dell’aquila che dà il nome a questa particolare “stracittadina”, detta appunto derby delle aquile bicefale. Alla derivazione storica si è aggiunta l’altra feroce rivalità, quella tra Atene e Salonicco. Le due città, le più popolose della Grecia, sono da sempre in competizione per una supremazia, vera o presunta, in qualsiasi campo della vita sociale, politica e sportiva del Paese”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy