errori si massacro no donnarumma ce un limite

errori si massacro no donnarumma ce un limite

di Redazione Derby Derby Derby

di Carmelo Catania – Il Milan è uscito con le ossa rotta dalla finale di Roma contro la Juventus, ma chi ne esce ancora peggio è il giovane portiere diciannovenne Donnarumma. Quello che si è letto dal fischio finale di Juventus-Milan in poi, nei confronti del 99 rossonero, ha quasi del vergognoso. Massacrato da tutti, dagli avversari, dai suoi stessi tifosi, dalla stampa nostrana che ormai pur di racimolare qualche click in più, si limita a pubblicare le ironie di un web, che poco hanno a vedere con il giornalismo. Un ragazzo, indicato prima da loro stessi come il futuro dell’Italia, adesso messo sulla pubblica gogna. Tutti o quasi, si sono sentiti in diritto di giudicarlo e di esprimere il proprio parere. Per alcuni non è sceso in campo con la testa giusta, pensiero che rispetto ma che francamente non condivido, per alcuni è tecnicamente inadeguato, per alcuni sopravalutato, per altri è colpa di Raiola. La verità la sa solo Donnarumma, che certo non ha vissuto una grande stagione, ricca di errori mai commessi prima ma anche di grandi parate. Come quelle che avevano tenuto in piedi il Milan fino al primo gol di Benatia. Ma questo in pochi lo ricordano. Donnarumma ha commesso due gravi errori nella serata di Roma, ma vederlo preso di mira così, no, non ci sto. E’ pur sempre un ragazzino di appena 19 anni. Certo, purtroppo c’è da dire che il ragazzo per molti ha perso il diritto all’errore nel momento in cui ha firmato quel contratto milionario, ma c’è un limite a tutto. Donnarumma è tecnicamente un fenomeno, chi dice il contrario o mente o ne capisce poco, e va assolutamente recuperato nella testa. Venderlo adesso, con un costo che non rispecchierebbe assolutamente il suo reale valore, non sarebbe l’ideale per la società Milan. Trarre conclusioni a caldo è sempre pericoloso, si rischiano brutte figure. I paragoni con altri portieri meglio evitarli. Il Milan ha con sé un patrimonio che non dovrà lasciarsi sfuggire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy