koulibaly un mese romagnoli invoca rispetto

di Redazione Derby Derby Derby

di Valentina Alduini – 

Ad un mese esatto dagli scontri dove perse la vita Daniele Belardinelli e dai cori razzisti indirizzati a Koulibaly, il Napoli torna a San Siro.

Quanto accaduto a Milano il 26 dicembre 2018 ha avuto forti ripercussioni sull’Inter che è stata sanzionata, vedendosi costretta a giocare due gare a porte chiuse e una con il divieto ad entrare allo stadio per i tifosi della curva a causa degli ululati della tifoseria rivolti verso il tesserato napoletano.

Questa sera, i partenopei si troveranno di nuovo a giocare sul manto erboso di San Siro e, come ogni match di fascino che si rispetti, l’atmosfera sarà calda.

Il Napoli, dal canto suo, cercherà di portare a casa i tre punti per non perdere troppo terreno nei confronti della capolista Juventus, mentre il Milan si impegnerà fortemente per non farsi beffare in casa propria e per ottenere una vittoria molto importante per restare agganciato alla zona Champions League.

Sicuramente ci si aspetta una gara molto intensa e combattuta, con gli attaccanti di entrambe le formazioni che faranno di tutto per far segnare il proprio nome sul tabellino dei marcatori.

Chi la spunterà, il Milan di Gattuso o il Napoli dell’ex Ancelotti, che con i colori rossoneri ha collezionato molti successi? La tensione cresce e, per avere una risposta, occorrerà attendere ancora qualche ora.

Tuttavia, l’auspicio più grande è che non vi sia nemmeno l’ombra dei cori razzisti e dei tafferugli di un mese fa… Ma questo, naturalmente, è un augurio esteso a tutti i campi, al di là della categoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy