Batticuore Hertha: sembrava vinta, sembrava persa – Dynamo Dresda e i suoi tifosi sconfitti solo all’ultimo rigore!

Era il primo dei 2 incontri cruciali della settimana a Berlino: Hertha-Dynamo Dresda 3-3, poi vittoria dei berlinesi ai rigori 5-4

di Redazione DDD

Adesso l’Hertha Berlino può pensare solo al derby di sabato contro l’Union Berlino, ma che fatica! La Dynamo Dresda trascinata dall’enorme tifo delle sue migliaia di tifosi ci ha provato fino alla fine, ma alla fine il club della ex DDR si è congratulato con la squadra berlinese, nel secondo turno in gara secca a eliminazione diretta della DFB Cup, la coppa di Germania.

L’Hertha Berlino si era ritrovata sotto di un gol al termine del primo tempo, per via del gol segnato dal 22enne senegalese della Dynamo, ovvero Moussa Kone. Poi nella ripresa, prima il pareggio dell’Hertha con il belga Dodi Lukebakio e poi il 2-1 parziale all’85 con il rigore di Duda.

Finale di gara tesissimo, con un rigore anche per la Dynamo Dresda, quando ormai sembrava fatta per la qualificazione dell’Hertha: 2-2 firmato da Patrick Ebert sempre dagli 11 metri al 90esimo minuto. L’Hertha ha fatto molto gioco e ha tirato tantissimo in porta, ma questo non è servito ad evitare i supplementari ai padroni di casa.

L’extratime è stato tesissimo, poi l’equilibrio spezzato a favore della Dynamo Dresda. Si chiama Luka Stor l’autore del gol di quella che poteva essere una impresa storica: la rete del 2-3 al minuto 107, in apertura del secondo tempo supplementare. Ma al minuto 122 l’Herta trova il 3-3 all’ultimo tuffo con il gol del difensore Jordan Torunarigha. Ai rigori, la Dynamo Dresda sbaglia l’ultimo, fatale, tiro dagli undici metri.

Riepilogando, nel sold out di Berlino: Hertha-Dresda 3-3 e poi 5-4 ai calci di rigore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy