nessun tradimento milanista adl adesso carletto rischia

nessun tradimento milanista adl adesso carletto rischia

di Redazione Derby Derby Derby

di Franco Ordine – È riuscito in una impresa unica. È riuscito a passare dalla militanza milanista, mai rinnegata, anzi spesso esibita come fede perenne, senza provocare nessuno strappo, nessuna accusa di alto tradimento. La spiegazione nella sua semplicità è tutta custodita nella persona Carlo Ancelotti. Impossibile riservargli rancore, impossibile volergli del male. Solo i suoi trascorsi juventini sono stati scanditi da un rancore sordo e velenoso che poi è stato seppellito dai trionfi con il Milan. Non ha scelto una comoda panchina. I confronti, specie all’inizio dell’avventura, con il calcio ritmato e palleggiato di Sarri, saranno inevitabili. Rischierà anche qualche rovescio prima d’imporre i suoi metodi, la sua placida vita da spogliatoi, le sue motivazioni, il suo calcio che è tutto tortelli al burro, semplicità e gusto raffinato insomma. Molto dipenderà dal mercato, dagli arrivi più che dalle partenze, dalle scelte di De Laurentiis costretto ad aprire la borsa, e in particolare dalla disponibilità dei reduci del sarrismo che ha molto logorato, testa e muscoli soprattutto. Sarà complicato, è un rischio. Ma lui, Carletto, è capace di affrontare un puma incontrato sulle montagne canadesi con il sorriso e col sopracciglio alzato. Gli faremo buona compagnia tutti noi che nel cuore conserviamo il suo affetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy