siracusa un talamo piu catania snobba derby

di Redazione Derby Derby Derby

di Carmelo Catania –

La settimana del derby Siracusa-Catania, in casa dei padroni di casa ruota attorno ad un rebus: Nicola Talamo potrà rivelarsi il toccasana per un attacco anemico che ha messo a segno solo 16 gol? Eppure in carriera ha messo a segno soltanto quattro reti, l’anno in cui ha militato con la Paganese. Nicola Talamo, classe 1996, già due stagioni addietro al Siracusa. In questa prima parte della stagione è stato in forza all’Alessandria dove ha disputato 19 partite senza gol giocando da attaccante esterno. Talamo prende il posto del centravanti Diop che è approdato all’Arzachena che milita nel girone A della Serie C.

La settimana che per il Siracusa calcio terminerà con il derby contro il Catania, è vissuta comunque con fiducia dal tecnico dei padroni di casa: “Abbiamo la necessità di fare punti e possiamo guardare poco al nome dell’ avversario- ha spiegato l’allenatore Ezio Raciti- sappiamo che il derby è qualcosa di particolare, è un modo per regalare una soddisfazione ai nostri tifosi. È una gara che sfugge ad ogni pronostico, si arriva da un periodo di sosta e, di solito, ciò regala sempre qualche sorpresa. Stiamo lavorando tanto per costruire un’identità di squadra”. Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania nonché ex Palermo, dal canto suo è intervenuto ai microfoni del quotidiano “La Sicilia” ed ha parlato dei derby in Sicilia: “Non credo che la partita col Siracusa sia un derby vero e proprio, in Sicilia per eccellenza è derby solo quello tra Palermo e Catania. I rapporti con il club aretuseo sono buoni, sicuramente c’è rivalità ma non particolari contrasti tra tifoserie. Ricordo che spesso, quando eravamo in Serie A, tanti siracusani venivano al “Massimino” a sostenerci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy