Tifosi e manichini: tutti insieme allo stadio in Bielorussia, tra biglietti virtuali e appelli ignorati dell’OMS

Bielorussia: tutti insieme allo stadio appassionatamente, come se niente fosse: poche mascherine per Dynamo Brest-Isloch Minsk 3-1. E poi quei manichini…

Mille tifosi allo stadio in segno di sfida al Coronavirus: in Bielorussia il calcio non si ferma nonostante il richiamo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. I tifosi non rinunciano ad affollare gli stadi, nonostante siano stati registrati più di 2700 casi di positività al Coronavirus nel paese. I giocatori continuano ad andare in campo e i supporter continuano a sostenere le proprie squadre. Ha fatto scalpore il match fra Dynamo Brest e Isloch Minsk, due club appartenenti alla massima categoria bielorussa. Circa un migliaio di tifosi hanno ignorato le raccomandazioni e hanno assistito dal vivo alla partita.

In uno stadio parzialmente pieno con tifosi in carne e ossa, alcuni, con la mascherina per combattere il Coronavirus, altri, erano tifosi cartonati, ovvero tifosi che hanno ottenuto il manichino con il proprio volto acquistando biglietti virtuali sul sito della Dynamo Brest. Poi, in campo, la Dynamo Brest è andata in svantaggio, salvo poi rimontare, grazie al veterano Artem Milevskyi, autore del gol del 2-1, uscito all’84esimo tra gli applausi. Nel finale, poi, è arrivato il definitivo 3-1 di Savitskiy su rigore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy