Istanbul: il derby-spareggio fra Terim e il premier Erdogan

di DDD –

Non è certo una partita normale quella in cui domenica il Galatasaray affronterà il Basaksehir nella penultima settimana della Super Lig turca alla Turk Telekom Arena. Domenica in Europa nessuno gioca  una partita più importante rispetto al derby di Istanbul. Il Galatasaray era a poche punti dal Başakşehir solo poche settimane fa, ma ora è il primo in classifica in virtù degli scontri diretti. Del resto la Super Lig sarà determinata da scontri diretti se Galatasaray e Başakşehir concluderanno la stagione a pari punti.

I Leoni del Galatasaray non hanno giocato un grande calcio in questo campionato, ma questo è un momento particolare e nessuno gestisce la pressione in questa fase della stagione meglio di Fatih Terim. Proprio Terim solleverà il titolo del campionato per la settima volta se i Galatasaray sono campioni incoronati. I giallo-rossi giocheranno a casa e il vantaggio di avere il dodicesimo uomo al lor fianco non può essere sottolineato abbastanza. Il Galatasaray non ha perso un solo derby in casa questa stagione. Solo due settimane fa ha fermato un il Besiktas battendo i rivali 2-0.

Il Basaksehir ha funzionato come una macchina per gran parte della stagione giocando un calcio ben organizzato e disciplinato. Avci è stato etichettato come un allenatore difensivo, ma per essere onesti la sua squadra ha giocato un bel calcio dal punto di vistaestetico in questa stagione. Questo non vuol dire che non si siano difesi bene. In effetti, hanno concesso meno gol di qualsiasi altra squadra del campionato in questo periodo.

Solo poche settimane fa sembravano inarrestabili, ma in Turchia si è sempre pensato che la pressione sarebbe arrivata a un certo punto e puntualmente questo è accaduto quando hanno perso 2-1 contro il Besiktas (altro derby, un po’ tutte le squadre storiche di Istanbul sono coalizzate contro l’Istanbul Basaksehir diretta emanazione di Erdogan) nella loro prima sconfitta del 2019.

In realtà sono andati cinque partite senza una vittoria prima di arrivare da dietro a battere Ankaragucu domenica. Il Basaksehir diventerebbe per la sesta volta campione di Turchia, se vincesse la Super Lig 2018-2019, ma non è favorito visto che ha un solo risultato a disposizione in casa del Galatasaray, la vittoria. Sia il pareggio che la sconfitta darebbero il titolo al Galatasaray.

Due giornate alla fine del campionato, Galatasaray e Istanbul Basaksehir appaiate in testa alla classifica: sarà un vero e proprio derby-spareggio” quello del prossimo turno, con la partita del 19 maggio che assegnerà quasi certamente il titolo turco a uno dei due club della capitale. Sia in un caso che nell’altro, comunque, Fatih Terim farà festa.

Da una parte dunque il Galatasaray allenato da Fatih Terim, il famoso “Imperatore” che in passato ha allenato anche in Italia sulle panchine di Fiorentina e Milan, prima di tornare a raccogliere successi in Patria (anche da Ct della nazionale); dall’altra l’Istanbul Basaksehir, squadra di recente fondazione e in ascesa negli ultimi anni (grazie a una rosa piena zeppa di campioni), che al Fatih Terim… ci gioca. Così si chiama infatti lo stadio del club che in Turchia, per tutti, è “la squadra di Erdogan”, voluta dal presidente turco e “rifondata” nel giugno 2014, anno in cui da ISKI SK mutò il nome il Istanbul Basaksehir e si trasferì nel nuovo stadio, la Fatih Terim Arena, appunto, chiamata così in onore dell’allenatore amico di Erdogan.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *