Più di 100 minuti di derby e doppietta di Rafa Silva: solo Benfica nel tempio Sporting dell’Alvalade

Più di 100 minuti di derby e doppietta di Rafa Silva: solo Benfica nel tempio Sporting dell’Alvalade

Ennesima vittoria in trasferta per il Benfica sempre più leader della Primeira Liga: al 99esimo il secondo gol di Rafa Silva. Un derby molto equilibrato con azioni da ambo i lati viene deciso sul finire dalla giocata di Vinicius per Rafa. Sporting mai domo ma sconfitto che forse saluta il suo capitano: Bruno Fernandes sembra diretto verso il Manchester United.

di Emanuele Landi, @lelelandi33

Non vale per una sfida diretta per il titolo ma il derby è sempre il derby anche in terra lusitana. Benfica e Porto si giocano il titolo mentre Sporting, Famalicao e Braga si contendono i due posti per l’Europa League. Le aquile sono a caccia di record. Gara importante anche per i Leoni. Derby eterno quello di Lisbona come sempre contraddistinto dall’equilibrio. Il Benfica guida gli scontri diretti di tutti i tempi in questo derby nella massima serie (78 vittorie, 45 pareggi, 47 sconfitte).

All’Alvalade è partita vera fin dai primi minuti. Già dopo 60 secondi Cervi guida una perfetta transizione concludendo ma il suo sinistro viene murato da Ilori. L’azione viene rifinita, poi, da un destro alto da Vinicius. Pizzi cerca di mettersi in mostra ma in realtà a rendersi davvero pericolosa è la squadra di casa. Minuto 12’ e Camacho lanciato in profondità si ritrova in area, visto un liscio di Ferro che buca l’intervento e spiana la strada all’attaccante dello Sporting Lisbona che spara sul palo da buona posizione. Il Benfica, però, al di là di questo svarione è presente e va vicino al vantaggio al 20’ quando da angolo di Grimaldo svetta Gabriel ma Maximiano devia in angolo. Acuna, giocatore cercato anche da un’italiana, è nel vivo del match.

La fase centrale del match è più spigolosa tanto che sia Gabriel che Acuna vengono puniti col giallo per interventi duri. In effetti anche il capitano dello Sporting, forse al passo d’addio, Bruno Fernandes sente tanto la sfida. Al 33’ è ancora Camacho a impegnare Vlachodimos con un perfetto terzo tempo ma i riflessi del portiere greco sono perfetti. Fase Sporting Lisbona  e Acuna dopo pochi secondi infila in porta ma in netto fuorigioco. Il Var conferma la decisione dell’assistente. Ancora padroni di casa nel finale con Bolasie ma l’ex Palace non riesce ad angolare. Sul finale è Ruben Dias a provarci ma non trova la porta per centimetri. Un primo tempo equilibrato finisce a reti bianche.

Inizia la ripresa ma i ritmi sono più blandi rispetto alla prima frazione. Per vedere una prima emozione bisogna aspettare il 55’ con un colpo di testa di Ilori che però arriva in bocca al portiere del Benfica. Gara nervosa e importante e lo si capisce dal doppio giallo nel giro di un minuto. Prima Phellype tra i padroni di casa e poi Chiquinho tra le fila degli ospiti. Doumbia va a impegnare seriamente Vlachodimos al 63’ calciando a giro dal limite. Il portiere greco impedisce al pallone di finire sotto la traversa con un riflesso felino. Lo stesso portiere dello Sporting Lisbona qualche istante più tardi rimane a terra dopo un scontro aereo con Acuna che lo colpisce al ginocchio.

Partita sempre più tesa e Miguel deve interromperla per alcuni minuti per il lancio di petardi vicino alla porta di Maximiano. Ma quando sembra tutto rivolto verso un pareggio senza reti ecco l’episodio che fa volare le aquile. Azione nata da una rimessa laterale al 80′: dopo una carambola il treno Vinicius entra in area centralmente e serve Rafa che con un diagonale destro fa secco il portiere dello Sporting. 3 minuti di consulto VAR e rete convalidata.

Goal che vale la 16esima vittoria su 17 partite giocate dal Benfica che domina il campionato tallonato solo dal Porto. Notte fonda per i biancoverdi che negli ultimi derby di campionato ha trovato 4 pareggi e 4 sconfitte. Sembra una maledizione per lo Sporting che non trova l’ennesimo pareggio anche quando tutto sembrava predire questo risultato. Non bastano 10 minuti di recupero ai padroni di casa che trovano un altro ko in una classica dopo la sconfitta col Porto. Anzi sulla sirena, al 99′, arriva anche la doppietta di Rafa con un gran gol di esterno destro dal limite servito da Seferovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy