NON E' UNO SCHERZO...

Al-Khelaïfi raddoppia il pressing su Mbappé: “Se non rinnova tra due settimane, la porta è aperta”

GUTI AFFRONTA MBAPPE'
Il presidente del PSG è tornato a parlare dopo un pò dopo la presentazione di Luis Enrique e mette alle strette Kylian Mbappé a cui dà chiaramente un ultimatum per la data per il rinnovo.
Redazione DDD
Redazione DDD Direttore responsabile 

La pazienza è finita, PSG , che inizia oggi la nuova stagione con l'ingresso di Luis Enrique, si è mosso. È stato anche lo stesso Nasser Al-Khelaïfi a mettere sotto pressione l'allenatore appena arrivato. Innanzitutto, parlando chiaramente di Kylian Mbappé in una conferenza stampa davanti a tutti i media.

Forte e chiaro

Le parole del numero uno del Psg: "La mia posizione è molto chiara. Non voglio ripeterlo ogni volta: se Kylian vuole restare, vogliamo che rimanga. Ma deve firmare un nuovo contratto. Non vogliamo perdere il miglior giocatore al mondo gratis. Non possiamo farlo. Ha detto che non se ne sarebbe mai andato gratis. Se cambia idea oggi, non è colpa mia. Non vogliamo perdere il miglior giocatore del mondo gratis. Questo è molto chiaro", ha affermato il dirigente.

Al-Khelaïfi raddoppia il pressing su Mbappé: “Se non rinnova tra due settimane, la porta è aperta”- immagine 2

Ma c'è di più: "Deve decidere la prossima settimana, o al massimo tra due settimane. E se lui non vuole firmare un nuovo contratto, la porta è aperta. Nessuno è più grande del club, nessun giocatore, nemmeno io. Per gli standard calcistici, non esiste che il tuo miglior giocatore lasci il club gratuitamente. Non succede mai" .

L'attaccante è chiamato a tornare ad allenarsi dopo le nazionali, a partire dalla settimana del 17 luglio. Ci sono altri giorni ma è prevedibile che vedremo nuovi indizi prima di quel momento, o il giocatore parlerà o ci saranno altri movimenti perché non vuole rinunciare al suo bonus fedeltà autunnale. Il PSG continua a muovere le sue fiches in questa importantissima partita a scacchi.

tutte le notizie di