DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio estero

Schalke al palo e Revierderby senza reti: il Dortmund la fa franca

DORTMUND, GERMANY:  Salif Sane of FC Schalke 04  during the Bundesliga match between Borussia Dortmund and FC Schalke 04, the Revierderby (Photo by Martin Rose/Bongarts/Getty Images)

Lo Schalke domina ma spreca tanto. Il Borussia si sveglia solo nel finale della ripresa. Tante emozioni ma zero reti nel derby della Ruhr e nel pomeriggio di Bundesliga il Bayern Monaco ritrova momentaneamente la vetta.

Emanuele Landi

In una Bundesliga senza padroni con 9 squadre raccolte in 5 punti il big match della nona giornata è il derby della Ruhr. Conosciuto anche come Revierderby ecco la super sfida tra Schalke 04 e Borussia Dortmund. Ultimo precedente lo scorso anno  giocato tra voglia di titolo e paura di non retrocedere. Il BVB, però, nonostante i 42 punti di vantaggio regala ossigeno allo Schalke che clamorosamente vinse 4-2 in trasferta chiudendo con due uomini in più. Oggi è solo una lunghezza a dividere le due compagini ma il momento di forma dello Schalke rende la squadra di Gelsenkirchen favorita su un Borussia spento in trasferta, dopo uno dei peggiori inizi in Bundesliga e con un solo derby vinto negli ultimi 7. Il Borussia Dortmund che deve ancora rinunciare a Schmelzer recupera Reus rispetto alla sconfitta di Champions con l'Inter.

La Veltins Arena è esaurita con settore ospiti pienissimo. 4-4-2 per i padroni di casa guidati da Wagner contro il 4-2-3-1 marchio di fabbrica di  Favre che convive con il fantasma di Mourinho in caso di insuccesso. Passano soli due minuti e Nubel deve già volare per sventare il vantaggio degli ospiti: discesa sulla sinistra di Guerriero e conclusione di prima dal limite di Sancho che trova l'ottima risposta dell'estremo difensore dei Blu Reali. I due attaccanti dei padroni di casa si danno da fare al minuto 8 e dopo una palla contesa tra Witsel e Burgstaller è Matondo a cercare il tentativo in girata dagli 11 metri ma non è abile a trovare la porta.

Derby che si accende in due minuti con i primi cartellini gialli. Al 17' Weigl finisce sul taccuino del signor Brich per aver atterrato Matondo in velocità. Stambouli, invece, si becca il giallo stendendo Delaney e innesca un primo principio di rissa. Primo grande lampo del match è targato Sané su sviluppi di corner. Il difensore senegalese al 29' si stacca dalla marcatura di Witsel e impatta di testa centrando solo la traversa. Nella prima mezzora il Borussia soffre e sforna la stessa prestazione lenta, imprecisa e impaurita vista a Milano.

Pochi minuti e altro legno per i padroni di casa: Hummels rinvia sul volto di Delaney liberando Serdar a tu per tu con Hitz. Il centrocampista, però, centra il palo da pochi passi salvando ancora i nerogialli. Sancho, rientrato in campionato dopo l'esclusione col Mönchengladbach per motivi disciplinari. non vive il suo momento migliore della carriera mentre Caligiuri che aveva già punito il BVB con la maglia del Wolfsburg è dominante. Al 43' Matondo, lanciato in sospetto posizione di fuorigioco, si fa murare da Hitz. Sciupata l'ennesima occasione per portare il meritato vantaggio allo Schalke ma il primo tempo si chiude a reti bianche.

Il secondo miglior attacco della Bundesliga vale a dire quello del Borussia Dortmund (20) dietro solo al Bayern Monaco (23) fa una fatica tremenda nella prima frazione. La ripresa si riapre con gli stessi 22 protagonisti e con lo stesso leivmotiv del primo tempo: secondo minuto e Burgstaller svetta su corner ma la sua incornata è salvata sulla linea da un difensore degli ospiti. Neanche il tempo di rifiatare e l'attaccante austriaco con una spizzata manda Matondo ancora solo davanti a Hitz. Il classe 2000, però, si fa ancora una volta ipnotizzare dal portiere svizzero. Domina lo Schalke ma non concretizza. In questi casi si sa che poi tutto è possibile. Sancho, infatti, si mette in proprio al 51' e dopo aver saltato due uomini calcia a giro di destro dal limite andando a centimetri dalla rete.

Al 56' esce uno spento Gotze ed entra Thorgan Hazard. Favre si affida al belga capace finora di fornire un assist in ognuna delle sue ultime quattro partite di Bundesliga. Il talentuoso fratello del giocatore del Real Madrid si rende suo malgrado protagonista in negativo dopo pochi istanti dal suo ingresso in campo. Tocco di braccio evidente ma né Brich né il var concedono il rigore ai padroni di casa nonostante le grandi proteste. Lo Schalke 04 avrebbe, però, argomenti per trovare il vantaggio ma lo sciupone Matondo spreca anche al 68' calciando alto. Sancho, invece, è l'unico in grado di calciare tra le fila degli ospiti e al 72' testa, tirando in caduta, ancora i riflessi di Nubel.

Akanji, subentrato a Delaney, riporta Weigl nel suo ruolo originario e si rende subito pericoloso spizzando di testa su sviluppi di calcio d'angolo ma non trovando deviazione amica. Nel finale comincia a prevalere la stanchezza e fioccano i cartellini prima per Hazard, per Sané che entra duro su Reus e per il neoentrato Kutucu. Ultima mossa offensiva per Favre che inserice Brandt per Hakimi ma non cambia a sostanza. Il derby della Ruhr si chiude con tanto spettacolo in campo e sugli spalti ma zero goal all'attivo. In attesa dell'altro Borussia (Mönchengladbach) il BVB non riesce a trovare la vetta della Bundesliga che viene occupata per il momento dal Bayern Monaco vincente col Lipsia.

Schalke 04 (4-4-2): Nubel; Kenny, Stambouli, Sane, Oczipka; Caligiuri (83' Schopf), Mascarell, Serdar, Harit; Burgstaller (90+1' Kabak), Matondo (79' Kutucu). All. Wagner

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Hitz; Piszczek, Weigl, Hummels, Guerreiro; Witsel, Delaney (74' Akanji); Sancho, Reus, Hakimi; Gotze (56' Hazard). All. Favre

Potresti esserti perso