DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

NUOVA TAPPA SPAGNOLA PER EL PELADO, CHE HA SCELTO LA MAGLIA NUMERO 7

Levante, ecco Martin Caceres: “Ho sentito tanti club, voi mi avete convinto in 10 minuti”

Foto tratta dal profilo Facebook del Levante

Il 34enne difensore svela che il colloquio avuto con l’allenatore italiano è stato fondamentale per accettare l’offerta del club attualmente ultimo nella Liga

Davide Capano

Martin Caceres è sbarcato in Spagna, accolto da numerosi cronisti e tifosi presenti davanti all’Estación Joaquín Sorolla di Valencia. Appena arrivato, il 34enne sottolinea come la conversazione avuta con mister Alessio Lisci sia stata fondamentale per accettare l’offerta del Levante.

“Le parole del tecnico italiano Alessio Lisci mi hanno convinto totalmente – racconta l’ex Cagliari –, c’è stato subito un grande feeling. Ma non è una questione di età ma di carattere. Sono totalmente focalizzato sulla causa. Dove posso giocare meglio? Questa è una domanda che non mi piace, io mi metto a disposizione in qualsiasi ruolo. Voglio solo dare una mano. Nell’ultimo periodo sono stato focalizzato sulla nazionale uruguaiana ma ho guardato le ultime gare del Levante. Al di là di quello che ho visto io porterò la mia esperienza per tutti i compagni. Voglio portare il mio meglio anche umanamente nello spogliatoio”.

 Alessio Lisci (Alcalde/Getty Images)

Alessio Lisci (Alcalde/Getty Images)

Il difensore uruguaiano, nuovo acquisto dei Granotes, dichiara di essere entusiasta della nuova esperienza e del ritorno in terra spagnola, mostrandosi ottimista sulla possibilità di essere decisivo nel raggiungere la permanenza nella Liga. La squadra, al momento, è in fondo alla classifica a nove punti dal Maiorca quart’ultimo.

“Ho scelto di venire qui al Levante dopo alcune chiamate, sono servite poche parole per convincermi – spiega Caceres nella conferenza stampa di presentazione –. Ho sentito altri club ma in 10 minuti la dirigenza di questo club mi ha convinto. Ho dato subito la mia parola per arrivare qui. Con la mia esperienza voglio aiutare la squadra ma ho ancora la voglia di imparare e crescere. E metterò la solita voglia che accompagna noi uruguaiani. Darò il meglio per l’obiettivo salvezza”.

“Io uno dei pochi colpi del club? Non mi dà maggiori responsabilità o maggiori pressioni – conclude –. Ho trovato una rosa con grande qualità che può crescere tanto. Credo totalmente nella salvezza altrimenti non sarei venuto qui. So che la situazione è complessa ma dobbiamo seguire i nostri obiettivi personali e di gruppo. Come mi adatterò ai miei compagni? Lavorerò duro, non credo che i problemi in difesa siano colpa del reparto, dovremo crescere a livello di gruppo. Come sto fisicamente? Ho viaggiato molto per essere a disposizione, ora sceglierà il mister. Io ci sono, se devo giocare bene così”.

tutte le notizie di