Non solo Lisbona, il derby di Aveiro ha un sapore unico: ci sarà Caio Secco, dopo la Tac del 2014…

Non solo Lisbona, il derby di Aveiro ha un sapore unico: ci sarà Caio Secco, dopo la Tac del 2014…

Ricordate Caio Secco? L’ex portiere del Crotone, autore di uno scontro con Ferrari nel 2014, è pronto al derby di Aveiro. La Serie B portoghese domenica sarà catalizzata da Oliveirense contro Feirense.

di Emanuele Landi, @lelelandi33
La mistica del derby…

Carlos Osório, abitante di Aveiro, permise all’Oliveirense di costruire lo stadio nel suo pezzo di terra. L’impianto da 4000 posti prende il suo nome e domenica darà vita all’atteso derby di Aveiro. Il comune da 73mila abitanti, situato a nord-ovest del Portogallo, è pronto a palpitare per la stracittadina.  La sfida valida per la giornata 17, l’ultima del girone d’andata, della Segunda Liga o Liga Pro vedrà confrontarsi i padroni di casa della União Desportiva Oliveirense contro i rivali del Clube Desportivo Feirense. In questo week-end in terra lusitana, insomma, non c’è solo il derby della capitale. Le due compagini navigano nelle zone basse della classifica e per questo la sfida ha un valore ancor più importante.

I biancorossi sono 14esimi a quota 18 punti distanti 4 lunghezze dagli ospiti. I biancoblù, invece, sono al dodicesimo posto grazie ai 7 punti raccolti nelle ultime 3 gare.  Sfida sentita tanto che anche sui social è partito il Derby Mode On. La Feirense ha invitato l’attaccante Porcellis a segnare, visto che il bomber sa come si fa. Queste partite sono come una finale e siglare una rete ha un sapore unico. Inoltre, data l’ampia richiesta, saranno messi a disposizione altri 50 biglietti per il settore ospiti. Sarà una gara molto particolare per il distretto di Aveiro. Tra i protagonisti del derby ci sarà Caio Secco portiere della Feirense dal 2017.

L’estremo difensore brasiliano con un passato in Italia ora difende la porta dei biancoblù. Il Parma lo acquistò nel 2013 e attraverso la comproprietà lo girò al Crotone. Con gli Squali fu protagonista suo malgrado di uno scontro durante il match col Pescara in Serie B del 12 ottobre 2014. La partita terminò 4-1 per gli abruzzesi. Viene ricordata, però, per lo scontro di gioco del portiere con il suo compagno di squadra Gian Marco Ferrari. Il difensore ora del Sassuolo colpì il suo portiere con una ginocchiata e lo costrinse ad uscire dal terreno di gioco dopo 23 minuti. Fu sostituito da Bajza e trasportato d’urgenza all’Ospedale e la Tac escluse danni. Da lì in poi la carriera del portiere italo-brasiliano è proseguita tra San Marino, Lupa Castelli Romani, Sestri Levante e infine in Portogallo. È pronto a difendere i pali della Feirense nel derby di Aveiro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy