Rimini, il derby della “discordia” è tuo: un bis contro un mai domo Forlì apre la Serie D di entrambe

Il derby romagnolo, dopo le polemiche infrasettimanali legate al Covid-19, si è giocato: il Rimini si impone sul Forlì con un 2-0.

di Emanuele Landi, @lelelandi33
Rimini in goal con Pecci

Il campionato di Rimini e Forlì, che recupereranno la prima giornata del Girone D di Serie D mercoledì contro Real Forte Querceta e Seravezza, si apre col derby romagnolo. La sfida del Romeo Neri va ai padroni di casa grazie ai goal al 17′ di Pecci e a Gigli al 83′. Un risultato all’inglese (una rete nel primo tempo e una nella ripresa) premia i riminesi. La gara si pensava in settimana potesse essere rinviata e, invece, si è giocata a porte chiuse. Il Rimini di mister Mastronicola è una squadra totalmente nuova (dopo la retrocessione dalla Lega Pro nella scorsa stagione chiusa al 19° posto pre-lockdown) rispetto al Forlì che ha mantenuto la categoria e la stessa ossatura della scorsa stagione.

Derby Rimini Forlì

Il derby è una gara sentitissima per Alex Ambrosini: l’attaccante, ora tornato al Rimini, come ricorda il Corriere di Romagna, due anni fa con 18 reti in 35 gare (un ritmo quasi da promozioni) contribuì alla salvezza del Forlì. Un primo tempo equilibrato si stappa al 17′: Rimini in vantaggio con una punizione a spiovere di Ricciardi, sponda di testa di Pupeschi che sovrasta Baldinini nel gioco aereo e Pecci al volo di destro non lascia scampo a De Gori. Nel Forlì, prima e dopo il goal del vantaggio, è soprattutto Pozzebon a impegnare Scotti.

Nella ripresa i giocatori di casa chiedono un rigore per un presunto tocco di mano in area di Vesi ,a per Domenico Castellone non è rigore. Pozzebon spreca una buona opportunità anche di testa: non sembra essere la sua partita. A metà secondo tempo l’attaccante dei “galletti” di Romagna, proveniente dalle giovanili della Juventus, è anche sfortunato: il suo destro dal limite impatta sulla traversa e poi sulla linea salvando ancora il Rimini. Un legno arriva anche per i biancorossi al 77′. Il tiro di Ricciardi centra il montante e poi Ambrosini appoggia in rete ma è tutto inutile essendo in fuorigioco. Il raddoppio, però, arriva pochi istanti più tardi: a sette minuti dalla fine angolo di Ricciardi e incornata vincente di Gigli. Il Rimini, pur soffrendo, vince il derby e apre bene la sua Serie D. Il Forlì dovrà riflettere sulla mancata finalizzazione.

RIMINI (3-5-2): Scotti; Ferrante, Gigli, Pupeschi; Nigretti (27′ st Santarini), Capicchioni (16′ st Ceccarelli), Ricciardi, Valeriani, Simoncelli (30′ st Vuthaj); Pecci (30′ st Canalicchio), Ambrosini (43′ st Diop). A disp.: Viscardi, Grumo, Nanni, Manfroni, Massetti. All.: Alessandro Mastronicola

FORLI’ (4-3-1-2): De Gori; Croci (10′ st Gasperoni), Biasiol (36′ pt Ballardini), Vesi, Gkertsos; Baldinini (25′ st Akammadu), Sedioli, Buonocunto; Battaglia (10′ st Bedei); Pozzebon, Ferrari (31′ st Corigliano). A disp.: Barducci, Giacobbi, Polini, Piva. All.: Giuseppe Angelini.

Arbitro: Domenico Castellone di Napoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy