IL RIMPIANTO

Inter, Mkhitaryan l’incontentabile: “Potevo fare più gol. Mi spiace”

Derby di Milano
Al talento dell'Inter non è bastata una stagione di altissimo livello e la vittoria del ventesimo scudetto. L'armeno è dispiaciuto ed è già pronto a tornare in pista: "Le mie ambizioni personali sono sempre alte".
Emanuele Giacometti

Tra i protagonisti del ventesimo scudetto dell'Inter c'è stata senza dubbio anche la firma di Henrikh Mkhitaryan. L'armeno ex Roma, a 35 anni suonati, per larghi tratti della passata stagione è stato una pedina insostituibile dello scacchiere di Simone Inzaghi. Una fonte inesauribile di fosforo, corsa, fantasia, assist e qualche gol.

Per lui niente Europeo, la sua nazionale infatti non si è qualificata a Euro 2024 e quindi il centrocampista si sta godendo gli ultimi giorni di vacanza, in vista dell'inizio del ritiro nerazzurro fissato per il 13 luglio. Il numero ventidue dell'Inter, nelle ultime ore è intervenuto ai microfoni di Armenian Soccer rivelando dei curiosi particolari.

Il rimpianto di Mkhitaryan

—  

"Nello sport -ha detto l'armeno- sono sempre stato un massimalista e continuo ad esserlo, indipendentemente dal ruolo che ricopro. Ho segnato solo 2 gol quest'anno e mi dispiace molto perché so che avrei potuto fare di più, ma non mi lamento perché l'obiettivo della nostra squadra era vincere lo scudetto, cosa che abbiamo fatto. Sono diventato anche il migliore della squadra in termini di assist, ma le mie ambizioni personali sono sempre alte. Voglio chiudere la prossima stagione con più gol e assist".

Inter subito avanti nel derby di Milano

Fonte di ispirazione per tanti calciatori

—  

“Sono davvero felice di poter ancora essere un modello – ha continuato l'interista-, sia per le generazioni più anziane che per quelle più giovani. Vuol dire che sono ancora in forma per il calcio, per i ragazzi che vogliono giocare a calcio. Anche io cerco di fare tutto il possibile per essere all'altezza delle aspettative”.

tutte le notizie di