Roma senza affanni nel derby col Frosinone ma con tanta emozione nel ricordo di Willy Monteiro

Roma senza affanni nel derby col Frosinone ma con tanta emozione nel ricordo di Willy Monteiro

Il derby amichevole tra Frosinone e Roma inizia in modo speciale… Sul campo la Roma resta un tabù per i ciociari

di Emanuele Landi, @lelelandi33
Roma e Frosinone si uniscono nel ricordo di Willy

Seconda amichevole per la Roma di Fonseca contro il Frosinone di Nesta alla prima uscita stagionale:ecco il derby con il Frosinone al Benito Stirpe. Dopo la vittoria per 4-2 con la Sambenedettese nel match di Trigoria arriva una sfida molto speciale per i giallorossi. La gara (4-1) viene indirizzata nel primo tempo con la quaterna giallorossa che rende la ripresa in discesa. La prima senza Nicolò Zaniolo dopo la notizia della rottura del legamento del crociato anteriore sinistro. Prima dell’inizio della partita i due capitani hanno mostrato le due maglie col nome di Willy Monteiro Duarte, per ricordare il 21enne ucciso brutalmente pochi giorni fa a Colleferro.

Un piccolo omaggio per ricordare questa tragedia capitata nel fine settimana. La famiglia è stata invitata dalla società giallorossa per quest’amichevole: il ragazzo di origini capoverdiane, infatti, era un grande tifoso giallorosso e una promessa della squadra locale di Paliano (in provincia di Frosinone) che sognava un giorno di indossare quella divisa. Erano presenti due parenti e un amico assieme al sindaco di Paliano Domenico Alfieri. La squadra giallorossa col lutto al braccio e con le maglie consegnate alla sorella di Willy visibilmente commossa.

Dopo soli due minuti è subito bravissimo Bardi a salvare su Veretout. Al 14′ la sfida si sblocca con l’uomo meno atteso. Karsdorp, oggi in campo dopo che il suo trasferimento all’Atalanta è saltato, sfugge a Brighenti e col destro fulmina in diagonale Bardi. Il Frosinone non fa tempo a respirare che un “altro uomo mercato” cala il bis: sempre sul lato destro la Roma sfonda con Under, imbeccato da Mancini, che ad incrociare fa il replay del goal precedente (dopo due minuti esatti). Alla mezzora arriva il primo sussulto dei canarini: Tribuzzi, su invito di Ciano, da buona posizione centra solo l’esterno della rete.

Dopo 35′ minuti altro errore del Frosinone e la Roma ne approfitta: palla persa da Maiello, recupero di Mkhitaryan e assist al bacio per Pellegrini. Il capitano della Roma col sinistro fredda Bardi e sigla lo 0-3. Sul finire di primo tempo ecco il poker giallorosso: stavolta è l’armeno Mkhitaryan a chiudere l’azione col destro dopo il passaggio vincente dell’ex Sassuolo. Partita senza storia: la Roma convince, il Frosinone, alla prima uscita, ancora sulle gambe. La Roma resta un tabù per i ciociari: canarini sempre sconfitti nei quattro precedenti ufficiali più l’amichevole odierna.

L’armeno Mkhitarian in azione durante Frosinone-Roma

La ripresa si apre con una sola novità tra i giallorossi: dentro Mirante per un inoperoso Pau Lopez. Conferma, quindi, per il giovane Calafiori dopo una buona prima frazione. Nel Frosinone, invece, da segnalare l’ingresso di Dionisi, giocatore che a sorpresa potrebbe lasciare il club visto l’interessamento del Pescara di Oddo. Al 54′ proprio il centravanti del Frosinone regala di testa ai ciociari la prima rete stagionale su assist di Tribuzzi. Decisamente più convincente la coppia Trotta-Dionisi della ripresa rispetto al duo d’attacco del Frosinone formato da Ciano e Ardemagni.

Al 64′ Under cerca la doppietta con un classico mancino a giro dal limite ma l’estremo gialloblù si oppone con efficacia. Accade poi nel secondo tempo con una Roma quasi rivoluzionata. Girandola di cambi per Fonseca: escono Karsdorp, Diawara, Pellegrini e Ibanez. Dentro Santon, Villar, Perotti e Juan Jesus. Nel finale c’è spazio anche per tanti giovani giallorossi tra cui Antonucci, giocatore già più conosciuto. Sul finire della contesa la Roma amministra forze e energie senza particolari preoccupazioni. Nesta avrà molto da lavorare in vista della nuova stagione che inizierà con la sfida all’Empoli. I giallorossi vincono 4-1 allo “Stirpe” e dedicano il successo a Zaniolo e a Willy.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy