DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

Romero, Aramu, Ebuehi, Caldara, Haps, Ceccaroni e Vacca out

Venezia, Zanetti: “Con la Ternana è una sorta di verifica, mi aspetto risposte”

Foto tratta dall'account Twitter del Venezia FC

La conferenza stampa pre-Ternana del tecnico arancioneroverde

Davide Capano

Mister Paolo Zanetti, dopo essere intervenuto stamane ai microfoni di Radio Rai, ha presentato la gara di Coppa Italia contro la Ternana, in programma alle 15 al Penzo: "Più di qualcuno non verrà convocato perché non ha recuperato dalla partita. Romero, Aramu, Ebuehi, Caldara, Haps, Ceccaroni, Vacca non saranno della partita. Verranno convocati De Vries e Makadji della Primavera. Voglio passare il turno contro una squadra attrezzata che ha le armi per metterci in difficoltà. Giocheranno praticamente tutti quelli che non sono scesi in campo domenica. Vorrei avere qualche risposta da più di qualche giocatore. Abbiamo lottato tanto per uscire da un momento non facile, ma adesso diventa importante avere continuità a livello di mentalità e risultati. Mi aspetto grande concentrazione e aggressività. Spero che qualcuno voglia mettermi in difficoltà nelle scelte. La cosa più importante in questi momenti è quella di dare autostima alla squadra. Di fronte non avevamo una squadretta, ma avevamo la Juve. I primi minuti erano figli della paura che avevamo e di quello che era accaduto la settimana scorsa. Con la Roma l’avevamo ribaltata e vinta la partita, nell’intervallo ho ricordato che si poteva fare anche sabato, ma con determinate caratteristiche".

 Foto tratta dall'account Twitter del Venezia FC

"Aramu? Non ho mai smesso di credere un minuto su di lui - prosegue il tecnico -. Deve migliorare nella continuità, quando vedi certe prestazioni allora ti viene da pretendere, ma sabato ha fatto una partita incredibile senza palla. Per noi è impossibile prescindere da avere prestazioni bifase. Johnsen? Lo vedo tutti i giorni e so quali colpi e quali qualità tecniche ha. In questo momento sta facendo fatica, fino all’infortunio stava crescendo molto, deve lavorare sulla finalizzazione della manovra, è determinante per il futuro della sua carriera. Domani è una sorta di verifica, a un certo punto mi aspetto risposte. Aspetto tutti, ma i giocatori devono darmi un segnale e farmi capire che possono essere presi in considerazione. Non intendo che devono strafare, ma dobbiamo toglierci questa altalena di prestazioni mentali. Il calendario di dicembre ci ha tolto un po’ di sicurezza in noi stessi. Siamo una delle poche squadre che è riuscita a fare punti contro avversari importanti".

tutte le notizie di