DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

AMPADU TITOLARE, BALLOTTAGGIO NANI-JOHNSEN

Venezia, Zanetti: “Dopo Torino ora serve continuità in casa”

Venezia, Zanetti: “Dopo Torino ora serve continuità in casa”

Il tecnico ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match col Genoa

Davide Capano

Il Venezia ospita domani alle 15 il Genoa di Alexander Blessin, reduce dal pari interno con la Salernitana. Dopo il successo col Torino, l’allenatore Paolo Zanetti ha presentato così la gara del Penzo in conferenza stampa: "Penso che ogni partita abbia la sua storia. Noi abbiamo un’identità di squadra. Anziché cambiare sistema ho cambiato principio di gioco andando all’uno contro uno. Non è detto che con il Genoa serva questo, può darsi che serva altro. La vittoria di Torino è stata davvero importante, abbiamo visto ieri sera come la Juve sia stata messa in difficoltà. Ho visto tornare l’entusiasmo e il sorriso, ora in casa nostra abbiamo l’opportunità di dare continuità. Ampadu giocherà in mezzo al campo, visto che Busio non ci sarà per squalifica, Vacca non è al top. Mancherà Okereke, Ebuehi ha avuto un fastidio muscolare ed è stato recuperato all'ultimo. Riuscire a mettere insieme qualche risultato nel finale è fondamentale, perché altrimenti subentra la paura. Abbiamo dovuto mettere un piede dentro la zona calda per tirare fuori qualcosa. Se giochiamo come sappiamo questa squadra non è inferiore a nessuna delle nostre avversarie che si devono salvare. Domani abbiamo un avversario tosto, che sa giocare nelle ripartenze, è aggressivo e verrà a Venezia per vincere, dovremo combattere la nostra sfida".

 Foto tratta dal profilo Twitter del Venezia

"Nsame credo che sia al 60% - spiega il mister arancioneroverde -, già così ci aiuta. Non è lontanissimo dal top della forma, ma ogni giorno fa uno step e si sta allenando con continuità. Sicuramente sarà un giocatore tutto da scoprire e che può darci una grossa mano. Anche Nani sta migliorando molto, è la quarta settimana che è con noi, ha messo dentro benzina e ora se la gioca alla pari con gli altri. Mi dispiace tantissimo per Lezzerini, ho un legame speciale con lui. Luca è sempre un punto di riferimento e un ottimo portiere. Gli sono vicino in un momento non facile. Dopo essere stato fuori per 7 mesi per l’infortunio al crociato, meritava di giocare. Mateju è disponibile, è stato dieci giorni a letto in albergo, ha bisogno di un po’ di tempo. Sigurdsson è in Islanda a curarsi il problema che ha al ginocchio, mentre Kiyine ha una lesione muscolare e ci vuole ancora tempo. Nani e Johnsen sono in ballottaggio per un posto. Sicuramente ci sarà una staffetta tra i due, devo valutare chi inizia e chi entra in corsa".

"Il nuovo Genoa? Blessin ha dato un'impronta chiara - conclude Zanetti -, è una squadra più coraggiosa e con giocatori veloci sugli esterni, lavorano bene sulle ripartenze. Non costruiscono tantissimo ma verticalizzano tanto, colpendo in velocità. Sono una squadra pericolosa, con giocatori importanti in rosa, quindi la gara è aperta a tutti i risultati. Siamo in casa, abbiamo un'opportunità importante, abbiamo tutti voglia di svoltare la stagione, anche loro".

 

tutte le notizie di