Sampdoria club, i Fieri Fossato contro il mercato di Ferrero: “Edoardo Garrone ha il dovere morale di intervenire”

Sampdoria club, i Fieri Fossato contro il mercato di Ferrero: “Edoardo Garrone ha il dovere morale di intervenire”

Prima fanzine stagionale dei Fieri Fossato, lungo articolo di contestazione

di Redazione DDD

Nuova presa di posizione dal mondo del tifo blucerchiato contro il presidente Ferrero. A lanciare lo slogan “Via Ferrero dalla Sampdoria!” sono i Fieri Fossato, storico gruppo della Gradinata Sud, con un articolo che apre la prima fanzine della stagione 2020-2021, in uscita sabato 19/09/2020 e divulgata da Primocanale Sport: “Circa un anno fa, di questi tempi, dopo una lunghissima estate di notizie frenetiche, voci, smentite e tamtam mediatico riguardanti la possibile cessione al gruppo rappresentato da Luca Vialli, purtroppo quella che doveva essere la favola col miglior lieto fine possibile stava per trasformarsi in un’enorme delusione che avrebbe fatto da anticamera ad una stagione molto difficile e sofferta che sembrava indirizzata verso un amaro epilogo. Dopo un inizio tragico, il peggiore della storia della Samp con 6 sconfitte nelle prime 7 giornate, fortunatamente sarebbe arrivato poco dopo alla guida della squadra l’uomo giusto per rimettere in carreggiata la situazione e ridonare all’ambiente quella tranquillità necessaria per cercare di raggiungere una salvezza quanto mai complicata. Non l’avevamo ancora fatto, lo facciamo adesso: da parte nostra possiamo soltanto dire GRAZIE a Mister Ranieri per l’impresa dello scorso anno e per aver riportato con i suoi modi pacati ed educati un po’ di serietà e signorilità nella società Sampdoria”.

Non solo: “Nel frattempo, a distanza di un anno, le cose a livello societario non solo non si sono sbloccate, ma sono letteralmente precipitate. Colui che si definisce “presidente operaio” – ma che da presidente dell’U.C. Sampdoria guadagna 1,14 milioni all’anno auto-pagandosi lo stipendio attingendo dalle casse della società – e che sostiene di essere tanto amato dai propri tifosi – salvo presentarsi ogni volta a Genova scortato dalle forze dell’ordine o non presentarsi affatto – è purtroppo ancora in carica come presidente dell’U.C. Sampdoria”. Ma è il mercato a preoccupare i tifosi doriani, come si legge: “La sensazione è che da qui a fine mercato dovremo farci ancora parecchio nervoso e sperare che la società non venda tutto il possibile per fare cassa, con il rischio concreto che il prossimo anno potrebbe non bastare nemmeno più la mano sapiente del mister per salvare la baracca.

Vista la situazione gravissima riteniamo assolutamente necessario che ci sia una presa di coscienza forte da parte di tutta la tifoseria Sampdoriana, perché non basta indignarsi e mugugnare solo sui blog o sui social. E’in ballo non solo il nostro futuro sportivo, ma anche la nostra sopravvivenza, e questo dovrebbe spingere ciascuno a di noi a fare tutto quanto è nelle proprie possibilità per dimostrare dissenso e vergogna verso una proprietà che non ci rappresenta e che nel giro di pochi anni ha creato un distacco enorme verso i propri tifosi. Auspichiamo quindi in futuro maggiore partecipazione da parte dei Sampdoriani ad eventuali iniziative proposte dalla tifoseria organizzata. Ci preme sottolineare ancora una volta che la nostra contestazione verso questo personaggio indegno continuerà ancora più intensamente e con varie modalità che valuteremo di volta in volta, così come non mancheremo di continuare a “toccare il tempo” a Edoardo Garrone perché non dimentichi per nessuna ragione il suo obbligo morale nel porre rimedio a questa situazione agghiacciante da lui colpevolmente generata regalando la società a chi, secondo lui, aveva passato gli ormai famosi “filtri””.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy