Addio al Clan 1899: chiuso e messo in liquidazione il ritrovo storico della curva Sud del Milan

Addio al Clan 1899: chiuso e messo in liquidazione il ritrovo storico della curva Sud del Milan

La decisione resa esecutiva dal Tribunale di Milano: locale in stato di incuria, l’attività non può proseguire

di Redazione DDD
Così, a gennaio, la curva rossonera salutava Ibra…

La casa della Curva su del Milan, il Clan 1899 di Sesto San Giovanni, ha chiuso definitivamente i battenti. Lo storico locale di ritrovo degli ultras rossoneri è stato messo in liquidazione dal Tribunale di Milano. I giudici lo hanno considerato una “base operativa per riunioni” sullo spaccio di droga. La Sezione misure di prevenzione, presieduta da Fabio Roia, aveva già disposto un sequestro durante la scorsa estate di un milione di euro al capo ultrà Luca Lucci. Tra quanto sequestrato, risultava esserci anche il “ramo aziendale relativo all’attività di somministrazione di alimenti e bevande” del locale.

Lucci è noto anche per essere stato fotografato il 16 dicembre 2018 con l’allora vicepremier Matteo Salvini in occasione della festa per i 50 anni della Curva Sud.

Nel decreto di messa in liquidazione del Clan 1899 si legge che, quando l’amministratore giudiziario ha preso possesso dei locali, dopo il sequestro, ciò che l’ha colpito è stata l’incuria ed è stato palese che non fossero destinati all’apertura al pubblico, come doveva essere. A quel punto l’amministratore ha preso allora contatti con l’AC Milan e con Fondazione Milan per coinvolgerli in un “progetto di ‘Nuovo Clan'” in base al quale “il tifo, organizzato e non, potesse continuare a utilizzare un luogo storico e tradizionale” per varie attività, “superando l’asserita antitesi tra tifo organizzato e legalità”. Tuttavia, si legge, “tali contatti non hanno avuto esito positivo, come comunicato all’amministratore dalla dirigenza della società”. Da qui, infine, la messa in liquidazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy