Il tifoso Ignazio La Russa: “Antonio Conte si è fatto contagiare dalla proverbiale pazzia dell’Inter”

Il pensiero del vice presidente del Senato, grande tifoso nerazzurro, dopo la finale d’Europa League persa col Siviglia

di Redazione Derby Derby Derby

“Ieri sera quando abbiamo subito il pareggio ho capito che non era serata. La svolta della partita è aver preso il gol dell’1 a 1 troppo presto. I giocatori si sono innervositi, è subentrata l’insicurezza, poi li ho visti anche stanchi. Pazienza. Quello che però non capisco è perché non si è aspettato qualche giorno per fare il bilancio dei problemi con l’allenatore”. Lo ha detto ieri all’Adnkronos il senatore di Fratelli d’Italia, nonché accanito tifoso interista, Ignazio La Russa, commentando la sconfitta contro il Siviglia, nella finale di Europa League.

“Credo – aggiunge La Russa riferendosi al riaffiorare dell’insofferenza e dell’insoddisfazione di Conte nelle parole del dopo partita – che sarebbe stato sufficiente dire ‘abbiamo perso, ma non abbiamo demeritato, visto che potevamo anche vincere’. Di occasioni l’Inter ne ha create tante, anche più del Siviglia. Loro hanno giocato meglio, è vero, ma noi abbiamo creato molte più palle gol di loro”.

“Al resto – prosegue il vice presidente del Senato – ci si poteva pensare dopo. Quando Conte dice ‘voglio un’Inter che non sia pazza’ allora io ribatto che anche l’allenatore dovrebbe fare parte di un’Inter meno pazza. Invece così non è stato. E’ sbagliato affrontare il futuro con una tensione nervosa così alta. Conte, se non ho inteso male, vuole capire quali progetti abbia la società ma questo si deve fare a prescindere dal risultato di ieri”. “Se davvero lui, arrivando alla Pinetina, ha detto ‘basta pazza Inter’, allora bisogna dire ‘basta pazzo allenatore’. Conte – ha osservato La Russa – è il più bravo di tutti quelli che ci sono in giro in Italia, perché il lavoro che ha fatto quest’anno è fuori dall’ordinario. Però, anzichè tranquillizzare lui l’Inter, mi sembra che Conte si sia fatto contagiare dalla proverbiale pazzia dell’Inter”. “Ieri sera si è fatto coinvolgere dal nervosismo e invece nelle finali ci vogliono serenità e freddezza. E’ un peccato che oggi si discuta di altro e che non si sottolinei invece l’enorme crescita che la squadra ha ottenuto lavorando con Conte”, ha concluso La Russa.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy