Inter-Milan femminile niente San Siro, si va a Sesto: sarà così anche per il nuovo Stadio?

Inter-Milan femminile niente San Siro, si va a Sesto: sarà così anche per il nuovo Stadio?

Polemiche sull’asse Milano-Sesto San Giovanni

di Redazione DDD

Milan-Inter, il progetto nuovo stadio è sempre al punto di partenza, sempre prima del via. Siamo alla situazione dello stadio dei desideri che il consiglio comunale non vuole, il parlamento di Milano diviso: contrari e indecisi sono più della metà, l’iter: l’interesse pubblico verrà dichiarato dopo il voto del 15 ottobre, l’unico davvero favorevole è il consigliere Stefano Parisi, sfidante del sindaco Sala alle ultime elezioni amministrative.

Questo scenario è difficile che cambi. Questione di aria che tira, di consenso popolare. Partiti e politici hanno capito che sulla vicenda stadio corrono un gran bel numero di voti e quindi tengono la palla ferma. E se il business da oltre 1 miliardo andasse poi a Sesto San Giovanni? Difficile insabbiare anche lì. Che il derby femminile sia una vision del futuro. Le women di Inter e Milan volevano giocare a San Siro, ma giocheranno invece al Breda.

Il Corriere della sera ha definito la vicenda derby femminile un peccato, una occasione perduta, niente San Siro per le ragazze. Il prato di San Siro è delicato. Per questo a fine agosto è stato negato ai mitici All Blacks per un clinic milanese di rugby e per questo non sarà possibile giocare a San Siro il derby femminile fra Inter e Milan. Le ragazze ne sarebbero state felici. Si scenderà in campo in periferia, a Sesto San Giovanni allo stadio Breda.

Inter-Milan è lo scontro al vertice del campionato femminile di Serie A: telecamere, risonanza, duello fra Regina Baresi e Valentina Giacinti, anima tv contro anima della Nazionale che ha fatto il pieno di ascolti ai Mondiali. Ma San Siro, con le sue crepe e i suoi anni, non può ospitare l’evento. Non ce la fa, Si gioca a Sesto e in futuro il nuovo stadio potrebbe nascere proprio lì…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy