Inter, non basta un grande Lukaku: il derby va al Milan tra le latitanze di Brozovic, Kolarov e Perisic

Il derby dal punto di vista della squadra sconfitta

di Redazione DDD

Assenze, stanchezza, occasioni mancate. E’ sfilato via così il derby dei nerazzurri nello stadio di San Siro con i 1000 che hanno provato a sostenere l’Inter fino in fondo. La girandola di cambi non ha favorito Antonio Conte come contro la Fiorentina. L’Inter resta fortissima, ma un solo punto in 180 minuti contro Lazio e Milan fa riflettere l’ambiente interista.

Achraf Hakimi (Photo by Emilio Andreoli – Inter/Inter via Getty Images)

Le prestazioni maggiormente nell’occhio del ciclone sono quelle di Brozovic, che non ha dominato a centrocampo, e di Kolarov e Perisic che hanno fatto a intermittenza la fase difensiva. Antonio Conte dopo Inter-Milan su Sky ha analizzato così la partita: “Penso che non sia il momento di andare a pensare situazioni extra-calcistiche. Dispiace aver perso una partita ben giocata da parte nostra, abbiamo creato tantissime situazioni ma loro sono stati bravi e in altre circostanze fortunati. Volevamo vincere la partita ma abbiamo commesso due disattenzioni nei loro due gol, abbiamo avuto l’occasione per pareggiare però complimenti a loro che hanno vinto. Cos’altro non mi è piaciuto? Ogni partita creiamo tante situazioni per fare gol, dobbiamo essere più cattivi e cercare di sfruttare le situazioni veramente importanti come quelle accadute questa sera però al tempo stesso non ho niente da rimproverare perché l’atteggiamento è stato propositivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy