L’Inter di Conte segna anche in 10 e arriva a più 2 al derby contro la Juventus

L’Inter di Conte segna anche in 10 e arriva a più 2 al derby contro la Juventus

Sampdoria-Inter 1-3, prima di Inter-Juve a San Siro

di Redazione DDD

L’Inter di Conte è nata per vincere. È questo il verdetto finale delle prime 6 partite giocate. Verdetto prematuro si ma incontestabile.  I nerazzurri conquistano altri 3 punti grazie ad una prestazione importante di Alexis Sanchez, protagonista in bene ed in male di un match che ancora una volta mostra la superiorità e la qualità del gruppo schierato. Il numero 7, alla prima da titolare , mette a segno due reti che valgono il netto 0-2.  La partita vien da se: l’Inter gestisce il primo tempo senza alcun problema ma alla ripresa l’espulsione di Sanchez per simulazione carica la Sampdoria che approfitta del momento di confusione, conquistando il gol con Jankto.

L’inferiorità numerica si fa sentire ma per pochi minuti, Conte infatti osservando i suoi decide di correre ai ripari e di difendersi attaccando operando il cambio Lukaku per Martinez. Il numero 9 cambia sin da subito il ritmo del gioco e a pochi minuti dalla sostituzione è di nuovo possesso Inter.

Al 61’ la lucidità sotto porta viene riacquistata, l’Inter non perde tempo e con Gagliardini approfitta dell’errore di Audero portando a casa il 3° gol della serata sigillando il match definitivamente.

Ancora una volta a fare la differenza è proprio lui, Antonio Conte. Il tecnico giunto questa estate per volere dell’Ad Giuseppe Marotta, si conferma essere il vero pilota di questa macchina nerazzurra che anche quando entra in panne riesce a ripartire con lucidità e più forte di prima. Essere bravi a vincere in fondo non basta, quello che è “Conte” è essere i migliori…!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy