Milan, arriva l’aiutone: Ibra non vedeva l’ora e ha subito fatto gol

Milan, arriva l’aiutone: Ibra non vedeva l’ora e ha subito fatto gol

Ibra a Casa Milan e poi subito in campo a Milanello

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

Il controcanto al ciclone emotivo Ibra è rappresentato da Zdenek Zeman: “Zlatan non mi convince, i suoi 38 anni non sono un dettaglio ma sono pronto a ricredermi”. Intanto, Milan verso i 60mila spettatori contro la Samp. Ibra batte Ibra: la seconda “prima” dello svedese a San Siro da milanista riempirà lo stadio molto più di quanto non sia successo dieci anni fa. Contro il Lecce c’erano 37mila spettatori. Stavolta i biglietti venduti sono già 56mila.

A proposito, Ibra in campo contro la Rhodense. Pioli lo schiera immediatamente titolare e lui non delude, tra Suso e Calhanoglu. Nella ripresa spazio a Piatek che sfoga la sua rabbia con una doppietta. Ibra ha attaccato in maniera feroce la palla e ha messo alle spalle di Mantovani il gol del 3-0. Le sue parole: “Sono più cattivo che in passato. Milan, non farò la mascotte. Zlatan spinge per giocare contro la Sampdoria: ieri gol e assist nel primo test di Milanello: “Non ho più 28 anni. Si può correre di meno e tirare da 40 metri, no? Non sono venuto al Milan per fare la mascotte”. Ibrahimovic non vede l’ora: “Non gioco per soldi, ma per adrenalina. Se mi fischieranno? Meglio, alla fine dovranno applaudirmi”.

Non è ancora certo che Zlatan parta dall’inizio a San Siro, ma l’indizio di ieri parla di un 4-3-3 in cui lui svaria lungo l’intero attacco, preferibilmente a sinistra dove trova intensa naturale con Theo Hernandez e dispensa assist per gli inserimenti di Paquetà, Suso e Calabria. Uno, dieci, cento volte Ibra ha utilizzato lo stesso verbo: aiutare. Aiutare il Milan, aiutare i giocatori del Milan, aiutare l’allenatore del Milan, per rendere felici “i tifosi del Milan”. Ecco come si è presentato Zlatan Ibrahimovic, nel suo format pieno di fede, passione e coraggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy