Milan, Piatek-Giacinti, il peso del 9 sia maschile che femminile: 3 gol ciascuno con 3 rigori

Milan, Piatek-Giacinti, il peso del 9 sia maschile che femminile: 3 gol ciascuno con 3 rigori

Altra chance per Piatek, ieri gol su rigore per Giacinti

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

“Ci manca qualcosa”. E’ da settimane che Stefano Pioli continua a ripetere il ritornello. E a insistere con i quesiti sull’argomento, vengono fuori le spiegazioni più diverse: di sicuro mancano i gol, pochi rispetto ai tiri effettuati. Ma al Milan non manca soltanto il gol, manca l’Europa. Intanto Piatek ha digiunato abbastanza; deve sbloccarsi, questo Milan non aspetta. Pioli intende proseguire nell’opera di recupero psico-fisico del Pistolero. Nel tritacarne c’è finito pure lui, perché la gente rossonera e non fa sconti più a nessuno. Il polacco mai senza gol per più di 5 partite di fila. Al Tardini i rossoneri cercano vittoria ed entusiasmo anche per “attrarre” Zlatan Ibrahimovic: la risposta entro metà dicembre. Dopo Parma, ci saranno Bologna e Sassuolo. Tre partite e nove punti assolutamente da conquistare, per risollevare una classifica molto deficitaria.

Tutto ruota attorno a Piatek: 3 gol in campionato, di cui 2 su rigore. Senza scomodare sindromi ed esoterismi, ma la maglia numero 9 “pesa” anche sulle spalle della squadra femminile. Valentina Giacinti, dopo che la stagione scorsa ha giocato e segnato all’impazzata senza mai fermarsi fra squadra di club e Nazionale con tanto di Mondiali da protagonista, in questo periodo ha un po’ rallentato. La capitana del Milan gioca sempre delle grandi partite, lottando e correndo per la squadra, ma il numero dei gol è un po’ calato: 3 anche per lei in campionato, contro Roma, Orobica e Florentia. Ieri il Milan ha perso sul campo della Florentia e lei ha segnato, ma su rigore. Un po’ come Kris. Entrambi nazionali ed entrambi leader offensivi, Piatek e Giacinti stanno provando sulla loro pelle cosa significhi non segnare a raffica e avvertire la pressione dall’esterno. Passerà, per i bomber passa sempre. E i due “9” del Milan lo sono. Di razza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy