Theo Hernandez capocannoniere su azione: come Aldo Maldera nel novembre 1978

Theo Hernandez capocannoniere su azione: come Aldo Maldera nel novembre 1978

Il terzino sinistro che segna: il Milan e la sua storia

di Redazione DDD

Theo Hernandez come Aldo Maldera e Kris Piatek come Stefano Chiodi. C’è una notevole similitudine, anche se non di classifica, fra il Milan di oggi e quello allenato da Nils Liedholm nel 1978-79. Quella era la stagione della Stella e il Milan faceva corsa di testa, mentre il Milan di oggi si trova a metà classifica. La similitudine è tutta di gol e di ruoli, anche se non di classifica.

Oggi Theo Hernandez è l’unico giocatore del Milan ad aver segnato 3 gol su azione e senza rigori: gol del pareggio a Genova contro il Genoa con Giampaolo, gol del momentaneo pareggio a Roma contro la Roma e gol della vittoria a Parma con Pioli. Anche Piatek ha segnato 3 gol, ma ben 2 li ha realizzati su calcio di rigore.

Anche nel 1978-79, anche all’inizio del dicembre 1978, il miglior marcatore del Milan su azione era un terzino sinistro: si chiamava Aldo Maldera, il terzino-goleador che poteva beneficiare delle imbeccate di un certo Gianni Rivera. Fino al 3 dicembre 1978, Aldo Maldera e Stefano Chiodi avevano segnato entrambi 4 gol ed erano i capo-cannonieri del Milan: 4 gol tutti su azione per il terzino, 4 gol tutti su rigore per il centravanti. Aldo Maldera aveva segnato contro Roma, Atalanta, Inter e Vicenza. Tre gol su quattro in trasferta, proprio come Theo. La differenza è sul derby: Aldo fece gol, Theo ha preso il palo. Ma resta ancora a disposizione il derby di ritorno…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy