Dal derby vinto dai “suoi” Rangers al “suo” derby contro l’Inter: inizia il 2020 per Rino Gattuso

Dal derby vinto dai “suoi” Rangers al “suo” derby contro l’Inter: inizia il 2020 per Rino Gattuso

Verso Napoli-Inter e dopo Celtic-Rangers 1-2

di Redazione DDD

Quando Rino Gattuso scendeva in campo con la maglia del Milan in Champions League contro il Celtic, non poteva letteralmente “toccare” palla. Erano fischi, gestacci e insulti a più non posso. Ringhio è uno dei Rangers e ha sempre i Rangers nel cuore, dopo aver iniziato la carriera a Glasgow con la loro maglia e con gli insegnamenti di Walter Smith. Tra i tifosi che hanno esultato per il ritorno alla vittoria blu nell’Old Firm derby, c’è sicuramente lui.

Adesso però per Gattuso arriva il momento di Napoli-Inter e per lui, con tanti anni di maglia rossonera sulle spalle e nel cuore, si tratta di un derby personale di grande significato. E anche una rivincita, perchè nella scorsa stagione fu il 2-3 subito dai nerazzurri nel derby di ritorno in campionato ad aprire quella crisi rossonera che impedì al Milan di qualificarsi per la Champions League.

Gattuso lunedì pomeriggio a Castel Volturno, ha diretto il primo allenamento dopo le feste natalizie. C’era Allan che è tornato dal Brasile dove ha passato le vacanze con la moglie in dolce attesa e che vole riscattarsi nel 2020 dopo gli ultimi mesi in difficoltà. Il gol contro il Sassuolo è stato liberatorio. Gattuso gli parla spesso e lo ha fatto anche ieri, perché il centrocampo azzurro non può prescindere dal brasiliano. Soprattutto contro l’Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy