Cittadella-Padova, weekend da derby: l’attesa è sempre più calda

Cittadella-Padova, weekend da derby: l’attesa è sempre più calda

Le dichiarazioni della vigilia: improntate ai ricordi, ma anche sull’importanza del risultato di coppa Italia domani sera al Tombolato di Cittadella

di Redazione DDD

Vigilia di derby al Tombolato di Cittadella. Domenica 11 agosto alle 20.30 si gioca Cittadella-Padova match valevole per il secondo turno di Coppa Italia. La partita non sarà trasmessa in tv.

Matias Cuffa e Antonio Di Nardo oggi fanno gli allenatori, ma se il primo ha soplo il Padova nel cuore, il secondo ha giocato sia nel Padova che nel Cittadella.

Entrambi si sono dichiarati ancora innamorati del Padova. Per l’argentino Cuffa, il Padova è stato il punto più alto della sua carriera, dove è cresciuto tanto e conserva un gran numero di ricordi, tra cui una doppietta al Tombolato: “I derby sono gare a parte e vincerli regala grandi soddisfazioni”, ha dichiarato al Gazzettino.

Per Di Nardo,  la partita di domenica sarà ancor più speciale in quanto doppio ex: “Entrambe le realtà mi hanno lasciato qualcosa d’importante come calciatore e sotto il profilo umano, ho ricordi bellissimi e infatti spesso torno”. Secondo Di Nardo in ogni caso il Padova sta facendo un bel lavoro, la squadra è buona e giocherà nel girone più affascinante, ricco di piazze blasonate, ma forse anche il più difficile.

In settimana, lato Padova, ha parlato anche il terzino Joel Baraye prima dell’allenamento pomeridiano: “La sfida col Cittadella? È molto importante, vogliamo fare bene sin da subito. Emozionato? No, semplicemente voglio giocarla come tutti credo. Il campionato? Non sarà affatto facile, ho già giocato in C anche al Sud quindi lo conosco bene e devo dire che il nostro è un girone molto difficile visto che ci sono squadre importanti come il Vicenza o la Triestina che l’anno scorso è arrivata fino alla finale playoff, ma noi daremo il massimo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy