Area Psicologica Piemonte FIGC, il commento di Ciofi su Pirlo: “I nuovi allenatori devono studiare e partire dal basso”

L’analisi di Edoardo Giorgio Ciofi

di Redazione DDD

Garbata ma incisiva la disamina sul caso Pirlo, neo-allenatore della Juventus, elaborata su Linkedin da Edoardo Giorgio Ciofi, Coordinatore Regionale Area Psicologica di Piemonte e Valle d’Aosta presso la Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Le sue parole: “Per quel poco che vale la mia umile opinione, penso che la Juventus abbia sbagliato a prendere un allenatore senza esperienza. Premessa, non voglio parlare di calcio, di tifo o altre cose, quindi non voglio generare discussioni su cose di cui capisco poco (tecnica, tattica, ecc..). Occupandomi di formazione agli allenatori mi accorgo che sempre più spesso ci sono allenatori che dedicano la loro carriera sul campo e sui libri. Partono dal basso, studiano, provano, sbagliano, riprovano, falliscono, imparano. Così come lo fanno i calciatori.

Mettere in una delle migliori squadre di serie A un allenatore con zero esperienza (da allenatore) sulle spalle ma con tanta da calciatore significa sminuire il ruolo dell’allenatore. Significa dire: “Chiunque lo può fare, basta avere il carisma”. Significa dire a tutti gli allenatori che studiano, che si evolvono: “lasciate stare, basta essere ex giocatori”. E questa è la cosa più sbagliata del mondo. In nessuno sport un bravo atleta è automaticamente un bravo allenatore/maestro/coach. Perché sono due mestieri diversi, molto diversi.

Ora i risultati mi smentiranno e magari vincerà tantissimo, ma il danno generale secondo me resterà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy