La nuova sfida del Gallo: Gervinho-Belotti, Parma-Torino è il loro testa a testa

La nuova sfida del Gallo: Gervinho-Belotti, Parma-Torino è il loro testa a testa

L’ivoriano e l’italiano sono due top per le proprie squadre e possono in qualsiasi momento cambiare le sorti delle partite.

di Redazione DDD

di Elena Rossin –

Lunedì sera al Tardini si affronteranno Parma e Torino e pensando a questa sfida subito viene in mente a un altra sfida quella fra Gervinho e Belotti. Un paragone diretto fra i due non è del tutto corretto farlo poiché hanno caratteristiche tecniche e ruoli differenti, ma entrambi sono da considerarsi dei top player per le rispettive squadre. Il giocatore gialloblù è un ala sinistra in quanto mancino naturale, ma può giocare anche a destra e come punta centrale, mentre il granata è il classico centravanti.

Gervinho basa la sua forza su doti atletiche importanti che gli consentono di essere abile nello scatto e nel dribbling e di sfruttare una spiccata capacità nei cambi di direzione repentini che mettono in difficoltà l’avversario. Le sue giocate danno profondità alla squadra e l’abilità nel saltare l’uomo in situazioni di transizione in campo aperto lo fanno essere un ottimo assistman, ma pecca un po’ di precisione al momento del tiro in porta. E’ un elemento che si rivela utile anche in fase di ripiegamento.

Belotti è attaccante moderno: ha fiuto del gol che gli permettono di avere la meglio sia di fronte a difese che marcano a zona sia a uomo, sa agire in sistemi di gioco differenti potendo agire da solo o in coppia con un’altra punta e anche all’interno del tridente, ha visione del gioco, è veloce e ha spirito di sacrificio e lotta su ogni palla. In area è determinante grazie a un tiro potente con entrambi i piedi e spiccate doti nel gioco aereo e in quello acrobatico che gli hanno permesso di realizzare reti in rovesciata. Freddo anche nel tirare i rigori. La sua capacità nel gioco di sponda permette gli inserimenti delle mezze ali e degli esterni.

In questo inizio di campionato D’Aversa e Mazzarri non hanno mai rinunciato a Gervinho e Belotti. L’ivoriano ha disputato 5 partite per un totale di 475 minuti e anche per l’italiano 5 gare con 488 minuti. Gervinho ha percorso 9234 chilometri e Belotti 9546, il primo ha finora realizzato un solo gol all’Udinese, creato 5 occasioni da gol, tirato 8 volte verso la porta avversaria  e sfoderato 1 assist, mentre il secondo di reti ne ha segnate 4, una rispettivamente al Sassuolo e al Lecce, quest’ultima su rigore, e due al Milan, ha creato 8 occasioni da gol, tirato 14 volte, ma non ha nessun assist all’attivo.
Tra Parma e Torino si annuncia una bella sfida tanto più che gialloblù e granata arrivano dalle vittorie con Sassuolo e Milan e vorranno dare continuità e si affideranno a Gervinho e Belotti, giocatori di punta delle due squadre, che potrebbero  in qualsiasi momento risolvere le sorti del match dando vita a un derby personale.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy