Dal derby di Glasgow a Temptation Island: Lorenzo Amoruso è sempre in trincea e giudica le altre coppie…

Lorenzo Amoruso e Manila Nazzaro, una coppia che è piaciuta a tutti

di Redazione DDD

Temptation Island è Temptation Island, ma Lorenzo Amoruso, ex calciatore della Fiorentina oggi opinionista e telecronista sportivo, e Manila Nazzaro, ex Miss Italia, sono stati veri, profondi e apprezzati da tutto il popolo social. A Lorenzo non è piaciuto Ciavy, secondo lui poco corretto, e questo ha ricordato la rivalità che, da giocatore dei Rangers, Amoruso sapeve mettere in campo nei suoi derby con il Celtic.

Tra le coppie di Temptation Island, Lorenzo è stata una spalla per tutti gli altri concorrenti. Proprio per questo, Amoruso è stato intervistato da Magazine Uomini e Donne, intervista interessante che ha visto l’uomo raccontare il suo punto di vista su ogni coppia: “Ho condiviso questo percorso con persone tutte molto diverse. Alessandro e Ciavy si portavano dietro un passato di coppia difficile. In una coppia non basta solo l’amore, ma serve anche il rispetto, la voglia di venirsi incontro all’interno del rapporto: le loro storie non sono andate bene perché certi elementi ti mancavano da troppo tempo. Pietro e Antonella, invece, sono una coppia molto più navigata. È importante per loro che appianino la situazione legata all’ex di lei. Se fossi al posto di Pietro non potrei mai accettare una persona del passato così radicata nel presente. Con Andrea invece è nato un rapporto molto diverso, più profondo, che ha unito i due ragazzi se pur con età diverse: Andrea in Lorenzo ha trovato un consigliere, un amico, una persona matura che lo ha potuto aiutare nell’analizzare al meglio la sua storia d’amore. Con Andrea è nata una sintonia spontanea. In certi momenti mi sono anche rivisto nella sua storia, forse perché dall’altra parte c’era una madre di due bambini. Poi pensavo a quanto Anna e Manila fossero diverse: la mia compagna parlava di indipendenza totale e Anna del contrario. Nessuna donna può pensare di trattare Andrea come un bambino, senza dargli il giusto valore: lui è un ragazzo con un cuore gigantesco, la testa sulle spalle e pieno di valori, come pochi se ne trovano alla sua età. Da amico, anche ora che siamo fuori, mi assicurerò che abbia intorno a sé persone giuste”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy