Rosso di Seri 3.0: CR7 vs Ibra, colpi di sole e Maldive per Balo e Maurito

Un nuovo look per Cristiano, conferme per Balo e il ruggito di Icardi. Intanto Ibra incombe…

di Serena Calandra

Il Natale ha portato tanti pacchi e novità ma per il mondo del calcio le sorprese si concluderanno il 31 gennaio quando finalmente i nostri giocatori e le loro lady saranno liberi dal pensiero fisso del calciomercato. Intanto però concedersi qualche distrazione sembra essere essenziale se non d’obbligo.

Ben ritrovati miei cari lettori per un nuovo appuntamento con Rosso di Seri 3.0. Siamo qui per concederci un pò di leggerezza e commentare insieme i passi falsi, i grandi traguardi, le anomalie o semplicemente i cambi look delle nostre star. Dai giocatori ai piloti, dagli attori ai cantanti, il mondo dello spettacolo impone il proprio codice di comportamento e senza alcun dubbio chi non cambia rischia di finire nel dimenticatoio.

I cambiamenti che spesso spaventano sono l’ingrediente fondamentale per le nostre stelle che di passare inosservati non ci pensano proprio. A non tenerci primo su tutti è il nostro Cristiano Ronaldo, alle prese già con la competizione a distanza, diretta a Zlatan Ibrahimovic. Sembra quasi che il portoghese abbia leggermente subito il ritorno del neo attaccante rossonero nel palcoscenico del calcio italiano e cosi, per non smentirsi e riprendersi la scena, la scelta di operare un cambiamento al proprio look, suscitando apprezzamenti e critiche, non poteva mancare. Quasi come una imitazione Cristiano Ronaldo infatti esce dal pacco natalizio con un codino già ben trattato, stile Ibra, fregandosene delle reazioni dei più attenti. Apprezzabile il coraggio certo ma molto spesso ciò che ci contraddistingue non è forse la nostra unicità? Caro Ronaldo a noi piaci lo stesso sia chiaro anche se la risposta più eloquiente adesso è da conferire sul campo. Nell’attesa del momento un like al tuo look lo mettiamo volentieri come segno di incoraggiamento, occhio però per chè Ibra ne sa una più del diavolo!!!

Rieccolo

E se da un lato c’è chi prova a mettersi in mostra sempre, fregandosene delle critiche distruttive, dall’altro c’è chi invece prova a mantenere un profilo basso confermando già da qualche anno il proprio outfit, parliamo di Mario Balotelli. Il giocatore conosciuto per i suoi colpi di testa più che colpi di sole, ha deciso di non stravolgersi in queste ultime stagioni e di abbandonare la criniera gialla per una immagine leggermente più seria e stabile! Mario, catturato ormai dal ruolo di papà, ha deciso di maturare senza troppe estrosità e per farlo prima di tutto ha lavorato sulla propria presentazione. Ovviamente non manca di personalità ma senza dubbio il suo scatto in primo piano lo conferma…anche se questo vuol dire metter da parte il proprio sorriso.

Balo, che sguardo!

Dal taglio di capelli ai tatuaggi. Ci sono quelli alle braccia, al collo o addirittura alla testa. Infinite fantasie e colori che caratterizzano giocatori e Vip ormai trascinati da questo stile a tal punto da farne diventare una ragione incondizionata della propria immagine. Difficile ricordarli tutti ad eccezione di chi ne ha fatto il proprio segno distintivo. Parliamo di Mauro Icardi. Il leone tatuato su tutta la parte superiore del corpo raffigura il suo essere ed il suo volto. Un disegno perfetto di quello che vuole trasmettere l’attaccante dentro e fuori dal campo. Ce lo ricorda lo stesso giocatore attraverso una foto postata qualche giorno fa durante la vacanza di natale trascorsa alle Maldive. Un vero e proprio Re della foresta che quest’oggi merita il like dei suoi fans ma anche da Rosso di Seri!

Il maldiviano Maurito

 

E si miei cari lettori, l’apparenza non è tutto ma la personalità fà la differenza e le imitazioni in fondo lasciano il tempo che trovano. Ecco perchè meglio essere stessi al di là di ogni giudizio o controversia. Del resto diversità equivale a varietà ed oggi non è importante essere simili ma piuttosto conta non esserlo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy