Wilmar Barrios va oltre il Superclásico: “Boca-River? É una guerra”

Wilmar Barrios va oltre il Superclásico: “Boca-River? É una guerra”

L’ex Boca Barrios, ora allo Zenit, accende il Superclásico dal ritiro della Colombia

di Davide Capano

Che il Superclásico argentino sia il duello più passionale nel mondo del calcio è chiaro. Tuttavia ciò non dovrebbe portare a dichiarazioni estreme da parte di protagonisti, presenti o passati, delle due squadre. In questo caso, Wilmar Barrios, ex centrocampista xeneize, ora in forza allo Zenit San Pietroburgo, è andato oltre spiegando cosa significa un Boca-River. “È una partita della morte, una guerra. Speriamo che il Boca possa superare questa fase”, ha detto dagli Stati Uniti, dove si trova con la nazionale della Colombia in vista delle due amichevoli contro Brasile e Venezuela in Florida.

I Cafeteros giocheranno nella notte tra venerdì e sabato al Sun Life di Miami contro la Seleção (Neymar tra i convocati). Mentre nella notte tra martedì e mercoledì affronteranno La Vinotinto, al Raymond James di Tampa.

Barrios, nel corso dell’intervista, ha elogiato anche Jorman Campuzano, centrocampista colombiano del Boca Juniors: “Ho avuto l’opportunità di stare con lui per quasi un mese allenandomi, facendo la pre-season. È un grande giocatore, forse non aveva l’opportunità che cercava e che tutti noi colombiani vogliamo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy