E’ festa per tutti nel derby di Bruges: la capolista sale a più 15 sul Gent e il Cercle Bruges è ormai salvo

E’ festa per tutti nel derby di Bruges: la capolista sale a più 15 sul Gent e il Cercle Bruges è ormai salvo

Bruges-Cercle Bruges 2-1, ma per i neroverdi è una sconfitta che non fa male…

di Redazione DDD

Alta tensione allo stadio Jan Breydel di Bruges, dove Club Bruges e Cercle Bruges avevano bisogno dei tre punti nel derby di Bruges numero 146 per vari e opposti motivi di classifica. Philippe Clement, allenatore del Bruges, non ha sorpreso con i suoi undici di base: Zipper ha recuperato e ha nuovamente formato il centrocampo con Vanaken e Balanta in assenza di Vormer, mentre in attacco sono stati preferiti De Ketelaere e Schrijvers. Al Cercle Bruges mancavano ancora alcuni infortunati, fra cui Peeters. Storck ha optato per gli stessi undici di base che hanno battuto il Gent 1-0 sullo stesso campo la scorsa settimana.

I neroverdi del Cercle, 44 punti in meno al calcio d’inizio e sconfitti negli ultimi 12 derby su 12, non hanno iniziato male sul campo. Il Cercle ha tenuto il passo della capolista in avvio di gara. Poi il Bruges “vero e proprio” è cresciuto gradualmente nella partita, tanto che al 39esimo Vanaken con un tiro ben mirato nell’angolo in basso, fuori dalla portata di Moser, ha portato in vantaggio i padroni di casa. Nella ripresa raddoppio di Diatta e rete della consolazione per il Cercle Bruges al 91esimo con Hazard…Kylian Hazard…

Il Bruges alla fine ha conquistato una vittoria meritata. A causa della sconfitta del Gent, la capolista ha ora 15 punti di vantaggio. Il Cercle ha potuto festeggiare a sua volta, esattamente come i rivali: dopo una gara di recupero e con la sconfitta del Waasland-Beveren, i neroverdi sono ora completamente certi della salvezza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy