Il Corinthians chiude in 9 il derby paulista: il Palmeiras vince e provoca i rivali sui social

Il Corinthians chiude in 9 il derby paulista: il Palmeiras vince e provoca i rivali sui social

Corinthians-Palmeiras 0-2, due cartellini rossi per i padroni di casa. E sui social il derby di San Paolo continua…

di Redazione DDD

Un gol per tempo, insieme all’espulsione anticipata dell’estremo difensore del Corinthians Fagner, ha aiutato il Palmeiras a vincere facilmente per 2-0 contro i rivali nel derby di San Paolo giovedì sera. Fagner è stato espulso per fallo di mano all’interno dell’area quattro minuti prima dell’intervallo e Luiz Adriano non ha sbagliato dal dischetto portando gli ospiti sull’1-0. Il giovane attaccante Gabriel Veron ha raddoppiato al 19esimo minuto del secondo tempo quando ha concluso a rete dopo una azione ben congegnata da parte della propria squadra. Tutte le speranze del Corinthians in una rimonta sono finite a cinque minuti dalla fine, quando anche Danilo Avelar è stato espulso per doppia ammonizione. Il Palmeiras rimane l’unica squadra imbattuta nella Serie A brasiliana e ora si trova al quarto posto nella classifica a 20 squadre con 16 punti in otto partite, quattro dietro la capolista Internacional, che ha giocato una partita in più. Il Corinthians invece si trova al 13′ posto con nove punti in otto partite.

Dopo il fischio finale, il Palmeiras ha colto l’occasione per provocare i rivali sui social. Su Twitter, l’account del club ha iniziato a usare l’hashtag #QueMomento nei post, in allusione al titolo di San Paolo appena vinto sul Corinthians. La battuta si riferiva a un vero e proprio striscione collocato dai Corinthians nello stesso spazio della Neo Química Arena, ricordando il titolo di San Paolo del 2018. Successivamente, il Palmeiras ha provocato nuovamente il rivale con una lista di obiettivi l infruttuosi per il Corinthians nel 2020, ricordando la disputa della Florida Cup, lo scontro tra la finale Paulista e il Derby di ieri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy