Sfottò da derby e rivalità storica, il Mantova resiste: solo 0-0 per il Modena al “Martelli”

E’ stato un bel derby, giocato sul filo dell’equilibrio il primo tempo del match tra Mantova e Modena. Gli ospiti hanno provato a fare la partita, ma i padroni di casa con un pressing soffocante bloccano ogni tentativo offensivo dei gialloblù. Risultato, Mantova-Modena 0-0.

di Redazione DDD

Mantova-Modena è un derby storico. La vicinanza tra le due città ha prodotto una rivalità che si è rinnovata nei decenni. Del resto, il Mantova è stato fondato nel 1906 dal mantovano…Ardiccio Modena, ex arbitro e sportivo italiano. Mantova-Modena al Martelli mancava da 4 anni: era l’11 dicembre 2016 e vinsero i padroni di casa. Prima di ieri sera..il conteggio delle 19 gare giocate al Martelli era di 9 vittorie del Mantova, altrettanti pareggi e una sola sconfitta. Si tratta di un derby giocato negli anni ’60 anche da Angelo Benedicto Sormani e da Gigi Simoni. Anche l’attuale tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha guidato il Modena da allenatore in questa sfida sentitissima. A tutto questo bisogna aggiungere lo 0-0 di ieri. Un po’ poco, rispetto alla portata storica di una rivalità di cui aveva parlato anche lo scrittore Mario Cattafesta, che nel suo libro “I 60 anni del Calcio Mantova” citava testualmente un precedente del campionato 1919-20, quindi di oltre cento anni fa, campionato Prima Categoria girone emiliano, vinto dal Bologna: “Botte, invece, solennissime botte per Mantova-Modena (0-0): ci scappò persino una multicina per la società di 10 lire, tanto più che l’arbitro era stato costretto a rimanere chiuso negli spogliatoi per un’ora buona. Botte nell’andata e nel ritorno: e pare che non siano stati i mantovani a rimetterci. Neppure in tribuna e nell’animato dopomatch”.

Ieri sera tanti tifosi mantovani e modenesi a seguire la gara su Raisport, tanti sfottò sui social, i tifosi mantovani che avevano fatto sapere alla squadra che questa partita non la si poteva perdere. E in effetti è finita 0-0. Il Posticipo dell’11esima giornata alla fine ha prodotto un risultato giusto, con diverse occasioni da entrambe le parti e con i portieri i migliori in campo. A Modena si lamenta l’atavica l’assenza di un bomber, capace di  finalizzare a dovere. Modena che in ogni caso ha confermato il proprio terzo posto in classifica, con 20 punti, diviso con Feralpisalò, dietro a Padova e Perugia nel girone B di Serie C.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy