Davide Faraoni torna a Roma come Kolarov? L’ex Lazio nel mirino della Lupa

Davide Faraoni torna a Roma come Kolarov? L’ex Lazio nel mirino della Lupa

Dopo aver cambiato diverse squadre tra Italia ed estero, Davide Faraoni potrebbe tornare nella capitale dove è cresciuto calcisticamente. Dalla Lazio alla Roma ma c’è poco tempo per convincere l’Hellas. Ecco altri casi celebri…

di Emanuele Landi, @lelelandi33

La Roma ci prova per Davide Faraoni. Il difensore del Verona classe ’91 è stata una delle note liete della banda Juric in questa stagione. Capace di giocare come terzino o esterno destro in un centrocampo a 5. La Lupa, però, cerca un colpo last minute dopo il prestito secco di Florenzi al Valencia. La curiosità, però, sta nel fatto che il giocatore lanciato 8 anni fa in prima squadra da Claudio Ranieri, all’epoca tecnico dell’Inter, non ha mai nascosto la sua fede biancoceleste. Ha trascorso quasi 10 anni nelle giovanili della Lazio, in orbita prima squadra sia con Delio Rossi che con Ballardini. Un brutto infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro gli ha rallentato la scalata. Passa poi a parametro zero ai nerazzurri. La dirigenza giallorossa ha chiesto il giocatore all’Hellas ma dalla dirigenza scaligera hanno inizialmente risposto picche ma c’è tempo fino al gong del calciomercato.

A pochi giorni proprio dal derby della capitale potrebbe esserci una sorta di sgarbo sul mercato. Faraoni alla Roma potrebbe essere l’ennesimo caso di un giocatore cresciuto calcisticamente in una società prima di passare dall’altra sponda del naviglio. A proposito del caso romano Davide Faraoni potrebbe, con le dovute proporzioni, fare il percorso inverso di quello che poi è stato uno dei portieri italiani più forti degli ultimi anni. Stiamo parlando ovviamente di Angelo Peruzzi campione del mondo con l’Italia nel 2006. Dopo una vita nelle giovanili della Roma ha chiuso la carriera con 7 anni a cavallo tra gli anni 2000 e 2007 con la Lazio.

Allargando l’orizzonte anche a giocatori non provenienti dal vivaio si può senz’altro annotare l’esempio clamoroso di Aleksandar Kolarov: leader biancoceleste dal 2007 al 2010 prima di tornare in Italia nel 2017 e vestire tuttora la maglia della Roma con qualche soddisfazione tolta propria nelle stracittadine. In tempi recenti si è spesso parlato, ad esempio, del caso Millico-Kean che dopo aver fatto le rispettive trafile giovanili in Juventus e Torino hanno fatto il percorso opposto all’età di 13 anni.

Sembra curioso come anche Daniele De Rossi, bandiera e simbolo della Roma giallorossa, sia stato scartato all’età di 15 anni dai biancocelesti. Questa la “delusione” di DDR prima di approdare un anno più tardi al club giallorosso, del quale il padre Alberto è l’allenatore della squadra Primavera. Uno dei casi più eclatanti della storia riguarda il derby di Milano. Il grande capitano dei rossoneri Franco Baresi, infatti, venne scartato in un provino dai nerazzurri prima di fare grande il Milan. Davide Faraoni, ex laziale, potrebbe diventare giallorosso? La Roma ha tempo fino alle 21 per via della proroga della Lega di Serie A,

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy