Brasile, il Cruzeiro rischia la Serie C e i tifosi prendono d’assalto il centro d’allenamento di Belo Horizonte

Il declino del Cruzeiro: da doppio campione del Brasileirao alla retrocessione cinque anni dopo: tifosi in tumulto al centro di allenamento del club

Il Cruzeiro, club storico del calcio brasiliano, resta in allerta rossa ed è dovuta intervenire la polizia oggi al centro di allenamento del club per placare l’ira dei tifosi contro dirigenti e giocatori. Si pensava che il club avrebbe firmato una stagione 2020 di miglioramento dopo la sua retrocessione in Serie B (Seconda divisione), ma il suo buco si sta facendo più profondo. E’ la prima volta che il club di Belo Horizonte sta disputando la seconda divisione in Brasile, dove ha accumulato sconfitte, crisi interne ed è stato affondato tra gli ultimi quattro del campionato, che si traduce nel momento peggiore della sua storia. L’1-0 contro il Cuiabá sabato scorso ha dimostrato che le cose non stanno andando bene per il “Raposa”. Il Cruzeiro stava pareggiando a reti inviolate fuori casa contro la capolista fino al 95esimo minuto, quando un colpo di testa di Felipe Marques ha abbattuto il “Mineiros”.

Il Cruzeiro è così entrato nella zona retrocessione della Serie B, con appena 11 punti nelle prime 13 giornate. Tutto questo è dovuto anche al fatto che nel maggio di quest’anno il Cruzeiro ha subito una severa sanzione da parte della FIFA a causa di un debito di 850mila euro con Al Wahda, club degli Emirati Arabi Uniti, in merito al prestito del centrale Denilson nella stagione 2016. Penalizzato in termini di punti in campionato e oggetto di una nuova sanzione, il Cruzeiro viene descritto in Brasile come un gigante in subbuglio, proprio nel momento in cui è in procinto di celebrare il centenario della fondazione (2 gennaio 1921). Il Cruzeiro è il club che ha rivelato Ronaldo Nazário da Lima, Ronaldo il Fenomeno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy