Berlino oggi non gioca: Hertha contro Union, il derby che non c’è in una giornata che doveva essere tutta diversa

Berlino oggi non gioca: Hertha contro Union, il derby che non c’è in una giornata che doveva essere tutta diversa

Niente derby di Berlino oggi dato che la Bundesliga è ferma almeno fino al 3 aprile. Hertha e Union pronte a darsi battaglia dopo l’andata convulsa ora devono far fronte comune contro il Coronavirus.

di Emanuele Landi, @lelelandi33

Oggi non si gioca. Non si può giocare. Le priorità in tutto il mondo sono altre. Berlino, però, non dimentica che oggi sarebbe stato tempo di derby. Hertha contro Union o se preferite le due facce di Berlino a confronto. All’andata si giocò il primo storico derby in Bundesliga dopo la caduta del Muro. Si era giocato anche nel 1990 ma quella era una sorta di esibizione tra le due squadre “ex amiche”. Il 2 novembre, a una settimana dalla trentennale ricorrenza, allo stadio An der Alten Försterei non era stato un grande spettacolo in campo. Il vero pericolo arrivò dagli spalti. Lancio di fumogeni, invasione di campo e sospensione del match divennero i momenti salienti della partita.

Nel finale arrivò la rete decisiva di Polter dagli undici metri. 1-0 per i padroni di casa ma gli strascichi della sfida si protrassero anche più avanti. Stasera alle ore 18:30 ci sarebbe dovuta essere la rivincita. L’Olympiastadion, casa dei biancoblù, ritornata nella mente degli italiani di recente rivedendo la finale dei Mondiali del 2006, sarebbe stata la location. Dapprima pensata a porte chiuse. La Bundesliga, poi, ha fatto un passo indietro adeguandosi al resto d’Europa. Si tornerà i primi di aprile a vedere rotolare un pallone in Germania? Chissà ma sta di fatto che prima bisogna battere il virus.

L’Hertha, sconfitto all’andata, non se la passa granché in classifica. 28 punti come bottino con sole 6 lunghezze dalla terzultima e meno 2 dai rivali. Nemmeno l’arrivo a gennaio dell’ex Milan, Krzysztof Piatek, è bastato a risollevare le sorti de La Vecchia Signora. Ora il giocatore insieme alla moglie è in quarantena come tutto il resto della squadra dopo l’annuncio da parte del club di un giocatore positivo al coronavirus. Ora questa è la partita da vincere. Oggi sarebbe stato derby di Berlino ma ci sarà tempo per recuperarlo. Nel frattempo si resta a casa e si tifa che tutto possa finire al di là delle rivalità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy